venerdì 28 marzo 2014

Il cane donatore di sangue

In questo articolo, facendo riferimento al nostro nuovo progetto di creare una Banca del Sangue canina, vorrei illustrarvi quelle che sono le principali caratteristiche e i requisiti che deve avere un cane per poter diventare donatore di sangue.
Innanzi tutto i donatori devono essere cani in buone condizioni di salute, e al momento della donazione non devono presentare segni di una possibile patologia in corso (vomito, diarrea, febbre) o non devono essere in terapia farmacologica per una qualche patologia acuta o cronica.
Sono favoriti i cani maschi oppure femmine sterilizzate, preferibilmente che non abbiano mai partorito in precedenza.

cane-donatore

L'età dovrebbe essere compresa tra 2 e 8 anni e il peso essere superiore ai 20 kg. A prescindere dal peso effettivo, vengono però esclusi i cani che alla visita hanno segni evidenti di obesità o di eccessiva magrezza.
Ovviamente tutti i donatori devono anche essere testati per il gruppo sanguigno.
Nel cane molto raramente è necessario ricorrere a un tranquillante per effettuare una donazione di sangue, va da se che il temperamento deve essere il più calmo e docile possibile.
Un cane in buone condizioni di salute è in grado di ripristinare completamente la volemia in 24-48 ore, nonostante ciò per preservare il benessere del donatore non si possono superare le quattro donazioni annuali.

In tutti i casi requisiti a parte, a ogni donazione oltre a una visita accurata in cui viene accertato lo stato di salute, il vostro amico donatore viene sottoposto ad alcuni esami obbligatori che permettono di escludere i principali stati patologici che lo renderebbero temporaneamente, o definitivamente, non idoneo alla donazione di sangue.

Gli esami sono:

  • esame emocromocitometrico

  • test per la determinazione del gruppo sanguigno

  • test per escludere la presenza di patologie trasmissibili via ematica come la Leishmaniosi e la Filariosi cardio-polmonare

  • test per escludere la presenza di parassiti ematici quali Ehrlichia Canis e Babesia Canis.

Inoltre è necessario che i donatori siano regolarmente vaccinati, seguano la profilassi contro la Filariosi cardio polmonare e siano svermati regolarmente contro i principali parassiti del tratto gastro-enterico.
Tutti i cani devono anche essere registrati, come previsto dalla legge, presso l'anagrafe canina per mezzo dell'inserimento del microchip.

A cura della dott.ssa Noemi Faccoli della Clinica Veterinaria Borgarello.

Se vuoi leggere tutti gli articoli sull’argomento clicca qui.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGVET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni



Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: