martedì 19 gennaio 2016

Leptospirosi Cane: un nuovo vaccino

È ora disponibile in commercio un nuovo vaccino per la Leptospirosi.
La Leptospirosi è una patologia che può colpire cani di qualsiasi età, razza o sesso, se non precedentemente immunizzati.
È causata da batteri mobili filamentosi (spirochete) che possono derivare da corsi d’acqua o dalle urine di animali infetti. Esistono numerosi sierotipi di Leptospira, più precisamente 8, alcuni più frequenti e patogeni, altri meno.

Leptospirosi - 1

I segni clinici variano molto a seconda del tipo di Leptospira, dalla forma in cui si presenta (iperacuta, subacuta o cronica), della salute del soggetto colpito, fino ad arrivare anche alla morte. Gli organi colpiti sono soprattutto i reni ed il fegato: si possono sviluppare quadri di insufficienza renale e di epatite.

La forma iperacuta è caratterizzata da anoressia, depressione del sensorio, iperestesia muscolare generalizzata, tachipnea e vomito; sono spesso presenti febbre, pallore delle mucose e tachicardia. Questo tipo di infezione può portare rapidamente alla morte.

Nei cani con infezione subacuta sono comuni febbre, depressione del sensorio e rilievi riferibili a sindromi emorragiche, epatopatia, nefropatie od alla combinazione di patologia epatica e renale. Occasionalmente si manifestano congiuntivite, rinite, tonsillite, tosse e dispnea.

Alcuni cani, poi, possono sviluppare, in seguito al superamento di una delle due forme precedenti, una nefrite cronica interstiziale od un’epatite cronica attiva. Si evidenziano poliuria, polidipsia, perdita di peso, ascite e possibili segni di encefalopatia epatica dovuta all’insufficienza epatica.

La Leptospirosi, inoltre, è una zoonosi, ossia una malattia trasmissibile dall’animale all’uomo, altro motivo per cui è molto importante la vaccinazione del proprio amico a quattro zampe.

La vaccinazione classica prevede l’immunizzazione nei confronti di diverse patologie oltre alla Leptospirosi: Cimurro, Parvovirosi, Epatite infettiva, Adenovirus e Parainfluenza.

Il Cimurro è una malattia infettiva spesso fatale che può causare sintomi variabili come febbre, tosse, scolo oculare e nasale, vomito, diarrea e screpolature dei cuscinetti plantari e del tartufo; possono anche manifestarsi sintomi neurologici come crisi convulsive.

Leptospirosi - 2

La Parvovirosi è una patologia molto grave ed altamente contagiosa per i cani, provocando nella maggior parte dei casi vomito e diarrea, spesso con sangue; colpisce maggiormente cuccioli perché risultano più suscettibili.

L’Epatite Infettiva (da Adenovirus di tipo 1) colpisce fegato, reni e polmoni, dando sintomi clinici quali tosse, vomito, diarrea e pallore delle gengive; spesso presenta un decorso rapido e può portare alla morte anche in sole 24-36 ore.

L’Adenovirus canino di tipo 2 è uno dei maggiori agenti di tracheobronchite infettiva del cane.

La Parainfluenza è una delle malattie che causano la cosiddetta “tosse dei canili”; il segno clinico principale è rappresentato da una tosse secca con spasmi e conati.

Il nuovo vaccino L4 protegge il vostro cane dalle patologie sopraelencate e conferisce una protezione maggiore nei confronti della Leptospirosi, immunizzando l’animale per ben 4 sierotipi diversi di Leptospira (L. interrogans canicola, L. interrogans icterohaemorragiae, L. interrogans australis e L- kirschneri grippotyphosa) rispetto a 2 dei vaccini precedenti.

Presso la Clinica Veterinaria Borgarello, sempre attenta al benessere dei nostri amici animali, è possibile ricorrere a questa misura protettiva ancora più efficace.

Nei cuccioli il protocollo vaccinale prevede una prima vaccinazione dopo i 2 mesi di età con un richiamo 3-4 settimane dopo, un altro richiamo dopo 1 anno e poi la ripetizione ogni anno del vaccino per Leptospirosi e Parainfluenza, mentre ogni 3 per le altre malattie.

Per i cani già adulti o che hanno sempre fatto il vaccino precedente non c’è problema: basta richiamare al posto della vecchia vaccinazione questa nuova e richiamare dopo 1 mese solo la frazione relativa alla Leptospirosi per avere piena efficacia; dopodiché è sufficiente richiamare il vaccino annualmente.

Consigliamo a tutti i proprietari di cani di ricorrere a questo tipo di vaccinazione in modo sia da proteggere il proprio amico a quattro zampe sia da tutelare la propria salute e quella di chiunque venga a contatto col proprio cane.

Vuoi maggiori informazioni? Clicca e contatta la Clinica Borgarello oppure compila il modulo sottostante. Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con i tuoi amici e/o posta un commento, grazie.




Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: