giovedì 20 dicembre 2018

I tumori testicolari

I tumori testicolari sono abbastanza frequenti nel cane mentre sono rari nel gatto.
I tipi istologici più rappresentati nel cane sono il seminoma, il sertolioma e l’interstizioma e a volte possono anche essere presenti contemporaneamente nello stesso testicolo.



Il sertolioma interessa più spesso i testicoli ritenuti addominali o inguinali, può essere bilaterale e ha un tasso metastatico di circa il 15%.
I cani con sertolioma vengono spesso portati a visita per tumefazione addominale o inguinale ma anche per segni da femminilizzazione come alopecia, assottigliamento della cute, ginecomastia, galattorrea e prepuzio pendulo

Il seminoma colpisce solitamente i testicoli in sede scrotale e spesso è monolaterale. Il tasso metastatico varia tra il 4 e il 10%.

L’interstizioma è spesso un reperto occasionale e colpisce i testicoli in sede scrotale.
Può essere bilaterale e ha un tasso metastatico piuttosto basso <1 o:p="">

Il paziente con neoplasia testicolare può essere portato a visita per tumefazione scrotale o inguinale o per segni da femminilizzazione ma molto spesso capita che queste neoplasie vengano palpate dal veterinario nel corso di una visita di routine.
L’iter diagnostico prevede:
-citologia testicolare e degli eventuali linfonodi aumentati di volume
-esami del sangue per evidenziare eventuali alterazioni provocate dell’iperestrogenismo quali anemia, piastrinopenia e pancitopenia
-ecografia serve per i testicoli ritenuti in addome o per lesioni di piccole dimensioni.
Permette anche di diagnosticare processi non neoplastici come orchiti o torsione testicolare
-esplorazione rettale per escludere problemi prostatici o perianali concomitanti

La stadiazione del paziente con neoplasia testicolare prevede lo studio radiografico del torace in diverse proiezioni e l'ecografia addominale con eventuale campionamento di organi o linfonodi  alterati.

La terapia d’elezione è la chirurgia che, a meno che non siano già presenti metastasi, risulta essere curativa.
Dopo chirurgia è sempre necessario l’esame istologico dei testicoli che devono essere esaminati in toto in quanto in uno stesso testicolo possono essere presenti più tipi istologici.


I segni legati all’iperproduzione di estrogeni regrediscono solitamente nell’arco di alcuni mesi.

Nei casi in cui siano presenti metastasi le aree colpite possono essere irradiate o esistono protocolli di chemioterapia che forniscono però risultati variabili


Articolo a cura dello Staff della Clinica Veterinaria Borgarello
Vuoi maggiori informazioni? Clicca e contatta la Clinica Borgarello oppure compila il modulo sottostante. Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con i tuoi amici e/o posta un commento, grazie.  


Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca in TGVET.net

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli