martedì 20 ottobre 2020

Dermatofitosi nodulare canina (Kerion)

 La dermatofitosi nodulare canina conosciuta anche con il nome di Tigna o Kerion è una malattia ad eziologia fungina che colpisce gli strati più profondi della cute.

I funghi maggiormente responsabili di questa dermatofitosi appartengono al genere Microsporum, Trichophyton ed Epidermophyton, tuttavia quello rinvenuto con la maggior incidenza è Microsporum Gypseum.

Poiché questo fungo si trova nel terreno, è comune che il kerion si sviluppi sul muso o sugli arti del cane. Di solito si presenta come una lesione unica, prominente, nodulare, accompagnata da alopecia.

Sebbene questa lesione non provochi prurito e quindi lesioni da grattamento è importante trattarla e debellarla il prima possibile; Vedremo qui di seguito le principali tecniche utili per la diagnosi.

- Lampada di Wood: questo strumento sfrutta il fatto che alcuni ceppi di Microsporum Canis emettono una fluorescenza verde nei peli infetti. Tuttavia restituisce molti falsi positivi e pertanto non risulta l'esame di prima scelta.

- Esame microscopico: consiste nel prelevare dei peli alterati che circondano le lesioni e osservarli al microscopio per identificare spore e ife fungine nei peli infetti.

- Esame citologico: attraverso una semplice citologia per apposizione si possono osservare al microscopico cellule infiammatorie (neutrofili, macrofagi e linfociti) quadro indicativo di infiammazione piogranulomatosa.

- Coltura fungina: risulta l'esame più fattibile nella pratica clinica, nell'arco di 6/7 giorni ci permette di sapere se si tratta di un dermatofita o di un fungo saprofita (contaminante ambientale).

- Biopsia: in caso di colture fungine dubbie si può ricorrere alla biopsia e all'esame istopatologico della lesione con colorazioni specifiche (Grocott-Gomori).

Ottenuta la diagnosi definitiva si può prontamente intervenire con una terapia farmacologica volta a debellare il fungo e far quindi regredire la lesione.


Articolo a cura dello Staff della Clinica Veterinaria Borgarello
Vuoi maggiori informazioni? Clicca e contatta la Clinica Borgarello oppure compila il modulo sottostante. Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con i tuoi amici e/o posta un commento, grazie.





Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca in TGVET.net

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli