sabato 12 dicembre 2009

Il bradipo

Il bradipo è un animale molto simpatico. Fa parte dell’ordine degli «sdentati» anche se in realtà ha dei denti, sia pure poco sviluppati. Il suo punto forte (si fa per dire!) è un’incredibile lentezza. E’ lento quando cammina, quando mangia, quando gioca, perfino quando fa la cacca.Solitamente vivono appesi su alberi di Cecropia, ma la cosa più bella (o buffa) è che possono raggiungere al massimo una velocità di 158 metri all'ora.Le foglie, il loro cibo principale, gli forniscono pochissime energie e non gli facilitano la digestione. Questi animali hanno degli stomaci molto grandi (circa 2/3 di tutto il corpo) e lenti, il processo digestivo può durare anche più di un mese.
A differenza degli altri mammiferi, i bradipi non sono capaci di mantenere la temperatura corporea costante: a causa di questa caratteristica, che li rende simili ai rettili, i bradipi colonizzano solamente ambienti temperati ed umidi a clima mite tutto l'anno.La pelliccia del bradipo ha una particolare caratteristica: essa infatti è cosparsa da minuscole alghe. Questo a causa dell'elevata umidità dell'ambiente in cui vive e dei suoi movimenti molto lenti.
Essendo animali molto puliti, i bradipi fanno le loro feci in una buca scavata precedentemente. Poi ricoprono tutto con foglie. Sempre che non si addormentino prima! Altra particolarità di questo animale: non beve mai. Il liquido necessario al suo organismo lo trova, sotto forma di gocce di rugiada, nelle foglie che mangia. Quando si innamora il bradipo si avvicina ( molto lentamente!) alla femmina ed emette dei deboli suoni. I bradipi partoriscono un solo figlio all’anno. Il piccolo resterà attaccato alla mamma fino a quando sarà in grado di muoversi da solo, saltando da un ramo all’altro degli alberi. Mentre i maschi vivono per tutta la vita su un unico albero, le femmine si muovono di albero in albero una volta che il loro cucciolo raggiunge la maturità sessuale, lasciando il loro vecchio albero al figlio.
Il bradipo è un animale piuttosto longevo: può arrivare anche a 30 anni.
Fra le sue probabili malattie una è certamente esclusa: LO STRESS!!!
Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGVET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni

Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: