venerdì 4 marzo 2011

L’ovariectomia: la sterilizzazione nella cagna

La sterilizzazione (o ovariectomia) della cagna consiste nella rimozione delle gonadi femminili così da interrompere il ciclo riproduttivo, fatto che porta numerosi benefici sia alla cagna stessa che al proprietario.

L’età ideale per praticare la sterilizzazione

In teoria la sterilizzazione può essere praticata in qualunque momento della vita del cane, tuttavia, per poter sfruttare appieno i vantaggi terapeutici della sterilizzazione, come la riduzione dell’insorgenza di tumori mammari, l’età migliore sembra essere tra i 6 e i 9 mesi.

Il periodo ideale per l’intervento coincide nella cagna con l’anestro e cioè tra 2,5 e 5,5 mesi dopo l’inizio del calore.

Modalità di esecuzione

La cagna dovrà essere tenuta a digiuno dalla sera precedente l'intervento, mentre l'acqua potrà tranquillamente essere lasciata a disposizione.
La cagna viene portata in clinica la mattina e la sera stessa dell'intervento vi verrà restituita sveglia.
E' possibile che in alcuni soggetti il tempo richiesto per smaltire l'anestesia sia un pò più lungo; pertanto è indicato tenere il cane in un ambiente tranquillo e riscaldato fino al mattino seguente all'intervento e non permettergli di uscire all'esterno. Potrà mangiare dalla sera stessa o al più tardi dal mattino successivo. sterilizzazione

L'intervento viene effettuato in anestesia generale con anestetico gassoso e per tutto il tempo le funzioni vitali del paziente vengono monitorate. Durante la chirurgia vengono somministrati antidolorifici e un antibiotico di copertura.

Fino alla rimozione dei punti di sutura che viene di solito effettuata dopo 1 settimana, sarà necessaria la somministrazione di antibiotici e, in alcuni casi, dovrà essere indossato un collare di Elisabetta per evitare il leccamento della ferita.

Vantaggi della sterilizzazione

-Il rischio di insorgenza di tumore mammario (patologia purtroppo comune nelle cagne) è fino a 3-7 volte minore rispetto a femmine intere. La sterilizzazione precoce riduce del 95% il rischio di tumori mammari.

-Si evita la possibilità che la cagna vada incontro a cisti ovariche, piometra e metrite, patologie che possono mettere a rischio di vita il cane e che necessitano di un intervento chirurgico d'urgenza.

-Spesso nelle cagne intere adulte si riscontrano alcune patologie mediate da estrogeni come il prolasso vaginale (che deve essere risolto chirurgicamente) o l'iperplasia vaginale. Le cagne sterilizzate presentano una percentuale di insorgenza di queste patologie nettamente inferiore.

-Si elimina il problema della pseudogravidanza, condizione caratterizzata da intense alterazioni comportamentali con guaiti, ansia, inappetenza e, a volte, turgore mammario con lattazione.

-Si evita l'estro o calore che nella cagna dura 2 settimane, a intervalli di 6 mesi.Il calore è caratterizzato da scolo vulvare ematico, particolarmente fastidioso per il proprietario se il cane vive in casa.

-Smettono le manifestazioni comportamentali legate al calore (monta, allontanarsi da casa, incidenti sulla strada).

-Si previene la nascita di cuccioli indesiderati risolvendo così il problema di dover sistemare i cuccioli nati e si riduce il fenomeno del randagismo.

-Ovviamente nelle cagne sterilizzate si elimina qualsiasi problema legato alla gravidanza e al parto.

-Un'altro vantaggio della sterilizzazione è quello relativo alla convivenza in famiglia, che risulta notevolmente migliorata.

Le domande più frequenti:

Nella cagna è meglio asportare solo le ovaie o ovaie ed utero?

Se non ci sono indicazioni specifiche è preferibile asportare solo le ovaie anche perchè questo tipo di intervento è molto più breve.

E’ meglio far accoppiare la cagna una volta prima dell’intervento di sterilizzazione?

Non ci sono indicazioni che l'accoppiamento e il parto prima della sterilizzazione possano avere qualche beneficio per il carattere della cagna o la sua salute. Ci sono invece evidenze scientifiche chiare a favore di una sterilizzazione precoce.

Quali sono gli effetti della sterilizzazione sul comportamento della cagna?

Con la sterilizzazione non è più presente il ciclo riproduttivo, e di conseguenza scompare il calore con i comportamenti che ne derivano.

Inoltre sembra che la sterilizzazione possa essere una soluzione ad una patologia psicosomatica di cui soffrono tanti cani: l'ansia da separazione. Sembra infatti che le cagne sterilizzate siano molto più tranquille e meno soggette a comportamenti compulsivi sotto stress.

Altro fattore positivo è la scomparsa della tendenza a scappare da casa durante il periodo del calore, alla ricerca di un maschio.

Dopo la sterilizzazione la cagna può andare incontro a fenomeni di incontinenza urinaria?

Le cagne sterilizzate hanno un rischio di poco maggiore rispetto a quelle intere di sviluppare incontinenza. Tale rischio è maggiore se l’intervento viene effettuato troppo precocemente. I sintomi possono comparire dopo anni dall'intervento o non comparire affatto. In caso si dovesse manifestare, l’incontinenza urinaria può essere curata con somministrazione di farmaci specifici o corretta con un intervento chirurgico.

Aumenta il peso dopo l’intervento di sterilizzazione?

L’obesità è un effetto secondario alla sterilizzazione (25-50%) che può essere contrastato con una dieta equilibrata e un’attività fisica giornaliera proporzionata allo stile di vita. Non ci sono invece evidenze che dimostrino un aumento della sedentarietà legato alla sterilizzazione.

Ricordate che......

La sterilizzazione è un intervento irreversibile pertanto le cagne sterilizzate non potranno più avere cuccioli.

A cura della Dott.ssa Katiuscia Camboni

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGVET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni



Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: