giovedì 14 luglio 2011

Il calore: l’estro (prima parte)

La seconda fase del ciclo ovarico coincide con l’estro: questo è il momento in cui la femmina accetta l’accoppiamento con il maschio.

LA CAGNA

Nella cagna questa fase dura circa 9 giorni (anche se il range può essere molto variabile tra i soggetti). Permane l’aumento di volume della vulva che risulta meno turgida, e lo scolo vulvare diventa più chiaro per la minor presenza di sangue. L’accoppiamento segue un preciso rituale per ogni specie animale: in particolare la cagna si mostra disposta alla copula rimanendo ferma e deviando lateralmente o verso l’alto la coda. Recepito il segnale, il maschio la monta e avviene l'accoppiamento.

image

Nel precedente articolo abbiamo detto che tutti i comportamenti tipici del calore derivano dalle variazioni degli ormoni sessuali. Ricordiamo infatti che alla fine del proestro si ha il cosiddetto picco di estrogeni, condizione fondamentale perchè si abbia l'innalzamento dell'ormone LH fino al raggiungimento del picco massimo due giorni dopo. Il picco di LH a sua volta è un fenomeno necessario perchè altri due giorni dopo avvenga l'ovulazione. Con l'ovulazione si ha quindi la liberazione di una cellula uovo non ancora matura, che impiegherà circa due giorni perchè sia pronta per essere fecondata.

image Gli ormoni sessuali durante il calore

Il picco di LH dura 24-72 ore nella cagna. Per questo non è un parametro utilizzabile nella determinazione dell’ovulazione (che avviene dopo 2-3 giorni dal picco di LH). Nella cagna il parametro fondamentale che rende valutabile questo aspetto è la concentrazione ematica del progesterone, associato alla citologia vaginale. In questo modo possiamo individuare il momento ottimale per l’accoppiamento o per l’inseminazione artificiale. Il progesterone inizia ad aumentare 24-48 ore prima del picco di LH, e continua ad aumentare a valori maggiori di 1-2 ng/ml a 24-48 ore dall’ovulazione, in seguito alla quale la cellula uovo necessita di altre 48-72 ore per la maturazione e rimane fecondabile per altre 48 ore.

image Aumento del progesterone dopo il picco di LH

In poche parole ne deriva che la quarta e la quinta giornata dopo l’aumento del progesterone sono le più adatte alla copertura della cagna. Valori di progesterone pari a 4-10 ng/ml vengono raggiunti in corrispondenza dell’ovulazione, in seguito l’ormone aumenta per tutto l’estro.

Continua la prossima settimana………

A cura della dott.ssa Katty Camboni della Clinica Veterinaria Borgarello

Se vuoi leggere tutti gli articoli sull’argomento clicca qui.


Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGVET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni



Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: