venerdì 12 aprile 2013

L’ipotiroidismo canino

L’ipotiroidismo è la malattia endocrina più frequentemente diagnosticata nel cane. Solitamente colpisce i cani di grossa taglia di età compresa tra i 3 e i 10 anni. Alcune razze sono maggiormente predisposte: Golden Retriever, Irish Setter, Doberman, Beagle.

ipotiroidismo cane

La carenza di ormoni tiroidei si ripercuote su tutto l’organismo in quanto i recettori per questi ormoni sono presenti in tutti i tessuti.

Uno dei sintomi riscontrati con maggiore frequenza sono i segni dermatologici. Di solito è presente un’alopecia simmetrica e non pruriginosa del tronco, delle zone sottoposte a sfregamento e della coda (coda di topo). Il pelo è facilmente asportabile, secco e sottile. La cute è seborroica e ipercheratosica.

Altri sintomi che posso essere presenti sono:

-debolezza muscolare e riflessi ritardati
-sovrappeso e tendenza all’obesità
-bradicardia
-segni clinici oculari come depositi corneali, ulcere, uveiti e retinopatie
-disturbi della sfera riproduttiva sia nel maschio che nella femmina
-disturbi comportamentali come irritabilità e aggressività

Gli esami ematochimici possono evidenziare:

-anemia normocitica e normocromica
-ipercolesterolemia
-ipertrigliceridemia
-aumento di AST, ALT e ALP

Per confermare la diagnosi è necessario eseguire i test di funzionalità tiroidea TSH, T4, fT4 o altri esami più complessi quali test di stimolazione o misurazione di autoanticorpi.

Nel prossimo articolo tratteremo più in dettagli questi esami e affronteremo la terapia dell’ipotiroidismo canino.

A cura della dott.ssa Francesca Costanzo della Clinica Veterinaria Borgarello.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGVET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni



Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: