giovedì 23 marzo 2017

I tumori negli animali domestici: la diagnosi

La diagnosi di tumore negli animali domestici è un punto spesso sottovalutato perchè molti proprietari e alcuni veterinari pensano che tanto non ci siano trattamenti possibili diversi dall’eutanasia.

In realtà la diagnosi è un passo fondamentale per la gestione del paziente oncologico perchè solo sapendo di che tumore si tratta sarà possibile pianificare la migliore terapia per quel singolo animale.
La diagnosi può essere fatta attreverso:
-SEGNI CLINICI, questi in caso di neoplasia sono spesso vari e aspecifici come dimagrimento, anoressia, emorragie, difficoltà respiratorie e intolleranza all’esercizio
-ANAMNESI è importante fare domande specifiche e mirate al proprietario. Informazioni molto importanti sono razza ed età dell’animale che possono indicare una predisposizione nei confronti di alcuni tumori.
Dovranno essere fate domande specifiche sulla funzionalità dei vari apparati.

-VISITA GENERALE deve essere svolta dalla testa alla coda senza tralasciare nessun apparato e prestando particolare attenzione ai linfonodi referenti (dimensioni, consistenza, mobilità)


-RADIOGRAFIE sono importantissime  per vedere alcuni tumori e escludere metastasi. Rivestono un ruolo fondamentale nella diagnosi dei tumori ossei. Le radiografie toraciche per la ricerca di metastasi devono sempre essere fatte in 3 proiezioni (latero-laterale destra, sinistra e dorso-ventrale o ventro-dorsale) perchè spesso alcune lesioni sono evidenti solo in una di queste
-ECOGRAFIA è la tecnica diagnostica migliore per quanto riguarda masse addominali
-TAC e RISONANAZA sono tecniche utilissime nei casi più complessi ma hanno costi più elevati e richiedono la sedazione del paziente
-ESAMI DI LABORATORIO possono essere d’aiuto ma spesso i tumori non danno alterazioni degli esami del sangue. Sono indispensabili per valutare lo stato generale del paziente e per pianificare una terapia


-ESAME CITOLOGICO può essere utile per valutare la maggior parte degli organi e dei tessuti ed è una metodica veloce ed economica. LE tecniche di campionamento possono essere diverse a seconda del tessuto da esaminare e a volte l’esame citologico potrebbe risultare non diagnostico in caso di prelievo non adeguato. Questo esame risulta anche fondamentale nella valutazione dei linfonodi.

-BIOPSIA fornisce un campione di tessuto per l’esame istopatologico e da una diagnosi definitiva.
Risulta di importanza fondamentale soprattutto in quei tumori che non dovranno essere asportati perchè necessitano di trattamenti diversi come radioterapia o chemioterapia e su cui quindi non verrà fatto un esame istologico


E' importante ricordare che senza una diagnosi non è possibile la corretta terapia e che l'oncologia sta facendo anche in campo veterinario passi da gigante per cui molti tumori possono essere curati o comunque si può garantire al proprio animale una buona qualità di vita per lungo tempo.

Vuoi maggiori informazioni?
Clicca e contatta la Clinica Borgarello oppure compila il modulo sottostante. Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con i tuoi amici e/o posta un commento, grazie.



Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: