mercoledì 21 agosto 2019

Defecazione Inappropriata Nel Gatto



Defecazione Inappropiata Nel Gatto 
  
La defecazione inappropriata è spesso considerata un problema comportamentale, tuttavia può essere dovuta ad una serie di altre ragioni: 
se è presente diarrea, la defecazione inappropriata può essere la conseguenza dell’urgenza e dell’incapacità di raggiungere in tempo il luogo destinato alle deiezioni. 
In caso di diarrea acquosa si può riscontrare incapacità di trattenere efficacemente le feci. 
qualsiasi disturbo associato a dolore al momento dell’emissione delle feci, con o senza diarrea (per esempio colite, massa/stenosi rettale), può comportare una defecazione inappropriata in quanto l’animale associa la sede di evacuazione al dolore 
.se sono presenti corpi estranei lineari come erba,peli o capelli,è possibile che una parte del materiale proceda inizialmente con il resto della colonna di feci ma venga infine trattenuto all’interno del retto al momento dell’emissione, per poi staccarsi in una fase successiva. 
.malattie neurologiche 
.disfunzione cognitive nei gatti anziani 
.mobilità ridotta come ad esempio gatti con osteoartrite con difficoltà a raggiungere il sito di evacuazione 
.interruzione durante la defecazione, se vengono colti di sorpresa mentre stanno usando la cassetta e di conseguenza la abbandonano prima di aver terminato la defecazione. 
Il  problema può dunque  interessare anche gatti clinicamente sani quando ad esempio all’interno dell’abitazione non sono state predisposte  cassette igieniche, e il gatto non può uscire all’esterno, oppure le sedi di evacuazione sono inadatte o sono in numero insufficiente. 
Talvolta esiste una conflittualità tra felini in case con più gatti o il materiale utilizzato come substrato della cassetta non è adatto.

In questi casi bisogna recarsi immediatamente dal Veterinario per capire la causa del problema attraverso un’approfondita indagine anamnestica e cercare di raccogliere informazioni complete e concentrarsi su alcuni aspetti chiave: 

1-segnalamento del paziente 
2-escludere la presenza di diarrea/dolore alla defecazione 
3-variazione della mobilità 
4-segni neurologici 
5-alterazioni del comportamento 
6- ambiente e stile di vita (numero di gatti in casa, accesso all’esterno, numero e posizione delle cassettesubstrato delle cassette e ogni loro variazione) 
Dai risultati della visita clinica e della raccolta anamnestica il veterinario deciderà se eseguire altri accertamenti diagnostici (esami del sangue o esame coprologico in caso di feci malformate, radiografia/ecografia in caso di dolore durante la defecazione o difficoltà nella deambulazione) 
Il trattamento ovviamente dipende dalla causa sottostante. 



Articolo a cura dello Staff della Clinica Veterinaria Borgarello
Vuoi maggiori informazioni? Clicca e contatta la Clinica Borgarello oppure compila il modulo sottostante. Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con i tuoi amici e/o posta un commento, grazie.  


Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca in TGVET.net

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli