martedì 9 giugno 2020

Problemi Cardiaci nel Gatto Anziano

Nel gatto anziano le patologie cardiovascolari più comunemente diagnosticate sono le cardiomiopatie, l’ipertensione sistemica e le patologie pericardiche, queste ultime di solito secondarie ad insufficienza cardiaca congestizia. La cardiomiopatia ipertrofica è la cardiomiopatia più comunemente diagnosticata, anche se l’ipertrofia ventricolare sinistra primaria  va distinta da quella secondaria a patologie sistemiche o cardiache. Inoltre, sebbene la maggior parte dei gatti con soffio cardiaco, ritmo di galoppo e aritmie presentano patologie cardiache, molti gatti presentano tali patologie senza presentare segni clinici e non tutti i pazienti sviluppano la sintomatologia. 
L’ipertensione sistemica può essere primaria, o più comunemente secondaria a patologie sistemiche.
La misurazione della pressione sistemica è un test di screening per tutti i gatti di età superiore ai 9 anni. Molto spesso tale patologia è associata a malattie quali patologie renali, diabete mellito e ipertiroidismo.


Una corretta diagnosi è importante per classificare il tipo di cardiomiopatia, determinare la presenza di insufficienza cardiaca congestizia e monitorare la terapia.
La diagnosi delle patologie cardiache si basa su:
·        visita clinica per individuare soffi cardiaci, ritmo di galoppo e aritmie.
·        Rx torace per fornire indicazioni sulla silhouette cardiaca e valutare i vasi polmonari.
·        Ecocardiografia fornisce informazioni essenziali quali eco struttura, anatomia, funzionalità ventricolare, dimensioni cardiache, qualità del rigurgito, presenza di versamento pleurico e/o pericardico ed il tipo di cardiomiopatia.
·        Elettrocardiografia indicativo di ingrandimento camerale, aritmie e disturbi di conduzione.
·        Test genetici
·        Biomarkers come la troponina sensibile e specifico di danno miocardico
·        Esame emocromocitometrico e biochimico completo per escludere patologie concomitanti

La terapia nei pazienti sintomatici dovrebbe essere rivolta a risolvere i meccanismi patogenetici della cardiomiopatia.


Articolo a cura dello Staff della Clinica Veterinaria Borgarello
Vuoi maggiori informazioni? Clicca e contatta la Clinica Borgarello oppure compila il modulo sottostante. Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con i tuoi amici e/o posta un commento, grazie.  


Bookmark and Share

1 commento:

Related Posts with Thumbnails

Cerca in TGVET.net

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli