lunedì 14 dicembre 2009

Taglio della coda: verso un compromesso?

Dopo la sospensione delle decisioni in aula sulla caudotomia (vedi il nostro articolo: chirurgia estetica?..no grazie) e dopo la puntata di “Porta a Porta”  dedicata all’argomento, che altro non ha fatto se non gettare benzina sul fuoco, oggi finalmente si legge la notizia secondo cui ci si sta muovendo verso una soluzione di compromesso tra coloro che condannano totalmente questo intervento e chi ne ammette,in qualche misura , l’ammissibilità.

Ecco, infatti, profilarsi all’orizzonte una nuova proposta emendativa che secondo quanto dice Roberto Antonione (PdL), relatore della III Commissione, sembra escludere la “punibilità”di determinati interventi chirurgici quando eseguiti dal medico veterinario per scopi terapeutici e, nel caso specifico della caudotomia (taglio della coda), qualora questa risulti prevista dagli standard morfologici a salvaguardia della salute e del benessere dell’animale”.
Il Sottosegretario Francesca Martini, nel corso della seduta del 17 Novembre scorso, ha sottolineato che la linea indicata dai relatori corrisponde a quella del Governo, il quale nel frattempo si è rivolto ad enti ed organizzazioni specializzati per approfondire l’argomento.
Il Presidente della Commissione Affari Esteri, Stefano Stefani, ha aggiunto di condividere la proposta e di volerla integrare con la previsione secondo cui la caudotomia non può essere praticata oltre il secondo mese di vita dell’animale.
Giulia Bongiorno, presidente della II Commissione di giustizia, sottolinea l’importanza della tutela dell’animale e del dover capire se certi interventi, quali appunto il taglio della coda, rientrino effettivamente in un discorso di salvaguardia dell’animale. Secondo l’avvocato la nuova proposta sembra andare in questa direzione.
Infine Rodolfo Giuliano Viola rimarca il ruolo imprescindibile del Centro di referenza nazionale per il benessere animale come riferimento per prendere determinate decisioni e suggerisce nuove riflessioni soprattutto sul ruolo del medico veterinario in certi interventi.
Articolo a cura della Dr.ssa Martina Chiapasco
Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGVET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni

Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: