sabato 13 febbraio 2010

Perchè si dice…?

Gli animali sono parte integrante della nostra vita, questo è un dato di fatto; il rapporto è talmente radicato che la loro presenza si fa’ sentire anche nel nostro linguaggio comune.

Vediamo insieme qualche esempio, perchè si dice:

Avere una memoria d’elefante: gli elefanti, in effetti, hanno davvero una memoria….da elefante!..Secondo C.Foley, della Wild Life Conservation Society (WLCS), questi animali sono in grado di ricordare la collocazione delle riserve di cibo ed acqua per tutta la vita, garantendosi una longeva sopravvivenza. Questa capacità, tipica soprattutto delle femmine, risulta molto vantaggiosa soprattutto nei periodi di siccità, in cui molte altre specie vengono decimate per la mancanza di fonti di nutrimento.

Dormire come un ghiro: il ghiro è un animale generalmente notturno, di solito esce dal proprio nascondiglio poco dopo il tramonto per poi ritornarvi all’alba. In autunno l’animale aumenta notevolmente di peso, accumulando riserve sufficienti ad affrontare un lunghissimo periodo di letargo invernale (durante il quale “dorme”), della durata di 6 mesi.

Pigro come un bradipo: il bradipo è un animale tipico dell’America Latina, grande come un gatto, in grado tanto di arrampicarsi quanto di nuotare con grande disinvoltura. Alcuni possono passare l’intera esistenza sullo stesso albero; sono estremamente lenti in ogni movenza e non solo: anche la digestione, ad esempio, risulta laboriosa, tanto da raggiungere la durata di qualche mese(!). Se è “stanco” può passare un intero giorno appeso ad un albero, completamente immobile!.

Testardo come un mulo: il mulo deriva dall’incrocio tra una cavalla ed un asino, animali di per sé particolarmente…ostinati,cocciuti ed imprevedibili!.

Furbo come una volpe: la “furbizia” attribuita a questi animali si riferisce principalmente alla loro capacità di “razziare” i pollai, senza farsi vedere e sentire. Alcuni, poi, mettono anche in risalto la movenza delle volpi, che risulta “sottile ed arguta”.

Cieco come una talpa: la talpa è un animale solitario che trascorre la maggior parte del tempo in un complesso sistema di gallerie sotterranee, dallo stesso costruite. La loro vista è estremamente limitata, caratteristica compensata da un udito ed un olfatto particolarmente sviluppati. In più, anatomicamente, gli occhi della talpa sono protetti da una membrana cutanea, che agevola le operazioni “di scavo”.

talpa

 Avere la pelle d’oca: la “pelle d’oca” è una reazione scatenata da stimoli termici, di paura o fastidio : quando la pelle subisce determinati “insulti”, i recettori posti immediatamente sotto l’epidermide ordinano ai pori di stringersi e nel contempo i bulbi piliferi passano dallo stato di quiete ad uno stato che, alla vista, ricorda quello di “un’oca spennata”.

In bocca al lupo: l’espressione ha un valore scaramantico: per scongiurare l’eventualità di un avvenimento indesiderato, lo si esprime sotto forma di augurio. Il lupo, poi, ancestralmente è considerato il “cacciatore”per eccellenza, quindi non esiste nulla di peggio del finire sbranato da esso.

Muto come un pesce: per lunghissimo tempo i pesci sono stati considerati “incapaci” di qualsivoglia capacità comunicativa. Il fatto che recenti studi abbiano iniziato a smentire tale credenza, non sembra essere motivo sufficiente per cancellare un modo di dire così radicato nella nostra tradizione!

La lista sarebbe ancora lunga, se volete cimentarvi anche voi, non esitate a scriverci…

Articolo a cura della Dr.ssa M.Chiapasco

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGVET.net.

Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni



Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: