lunedì 1 marzo 2010

L’elettrocardiogramma nel cane

L’ elettrocardiogramma è la registrazione dell’ attività elettrica del cuore. Il suo campo di azione ideale è lo studio delle aritmie cardiache e dei disturbi della conduzione. Viene inoltre impiegato, come sistema diagnostico ancillare, nell’ identificazione degli aumenti di dimensione del cuore. Infine, trova impiego negli stati di squilibrio elettrolitico (soprattutto calcio e potassio) e nel monitoraggio anestesiologico. L’ attività elettrica del cuore consiste di potenziali elettrici positivi e negativi che vengono registrati da elettrodi posizionati sulla superficie del corpo e che provocano una deflessione della penna scrivente sul nastro di carta in due direzioni opposte. La dimensione della deflessione è in rapporto diretto con la quantità di corrente (voltaggio) prodotta dal cuore. elettrocardiografo-cardioline
L’elettrocardiogramma dovrebbe essere registrato in una zona più possibile tranquilla e priva di elementi di distrazione, infatti, i rumori dovuti all’attività delle persone o al movimento degli animali ricoverati possono influire in modo significativo sulla frequenza e sul ritmo cardiaco. Inoltre, durante la registrazione è importante interrompere l’utilizzo di qualsiasi strumento elettrico ( ad esempio tosatrice ) in quanto può causare interferenze importanti sul funzionamento normale dell’elettrocardiografo, cosi come l’accensione di luci al neon può provocare delle interferenze elettriche.
Posizionamento del soggetto
La posizione ideale del paziente è in decubito laterale destro, poiché i i valori elettrocardiografici di riferimento normali sono stati ottenuti da animali nella medesima posizione. La registrazione dell’elettrocardiogramma dovrebbe essere effettuata con gli arti dell’animale mantenuti perpendicolari al corpo e ciascun paio di arti dovrebbe essere mantenuto parallelo senza che gli arti di un lato possano venire a contatto con quelli contro laterali. Per evitare la presenza di artefatti durante la registrazione, un’altra precauzione è costituita dal cercare di evitare che l’animale ansimi.
Quando il paziente è dispnoico o altre situazioni di sconforto ne impediscano il corretto posizionamento, l’elettrocardiogramma può essere registrato con l’animale in stazione quadrupedale o, eventualmente, in posizione seduta.
A cura della Dott.ssa Daniela Ferrari
Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGVET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni

Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: