giovedì 4 novembre 2010

Cardiomiopatia dilatativa del cane

La cardiomiopatia dilatativa del cane ( CMD) è una sindrome caratterizzata da una progressiva dilatazione di uno e entrambi i ventricoli con grave compromissione della funzione sistolica.

INCIDENZA

La CMD risulta essere la miocardiopatia di più frequente riscontro nel cane e la sua incidenza è in aumento. Interessa soprattutto cani di razza pura, grandi e giganti, con una netta prevalenza nel Dobermann, Boxer, Labrador retriver, Golden retriver, Cocker spaniel. Inoltre risulta più frequente nei soggetti di sesso maschile e di età compresa tra i 7 ed i 10 anni.

dobermannboxerlabradorgoldencocker  

 

EZIOLOGIA

Sebbene le ricerche volte a definire l’eziologia di questa malattia siano numerose, esse non hanno ancora permesso di evidenziare con sicurezza un preciso meccanismo di origine di questa forma di miocardiopatia. Sembra piuttosto che all’origine del danno miocardio sia su base genetica come avviene in medicina umana. E’ stata dimostrata una base genetica solo nel Boxer e nel Doberman ed in entrambi i casi il tratto genetico della patologia è di tipo autosomico dominante.

FISIOPATOLOGIA

La principale caratteristica della miocardiopatia dilatativa è la funzione sistolica di pompa ( contrattile ) gravemente depressa. Questo determina un aumento del volume residuo con conseguente aumento del volume tele diastolico, e aumento della pressione tele diastolica ventricolare.

La diminuzione della gittata cardiaca sistolica attiva inoltre il sistema renina angiotensina aldosterone con aumento del post e del precarico.

Questi meccanismi determinano la comparsa dei segni clinici dell’insufficienza cardiaca anterograda e retrograda. La dilatazione delle camere ventricolari produce un aumento della tensione parietale cui il ventricolo risponde in un primo momento con una ipertrofia. La dilatazione ventricolare inoltre determina distorsione degli anulus valvolari mitralico e tricuspidali e conseguente insufficienza valvolare che aggrava ulteriormente lo scompenso emodinamico.

SEGNI CLINICI ED ESAME FISICO

All’anamnesi il proprietario riferisce la comparsa di anoressia, dimagramento, rigonfiamento addominale, debolezza ed episodi di sincope. Alla visita clinica è spesso possibile osservare soggetti in stato di nutrizione scadente o cachettico, con stato del sensorio depresso. Sono presenti i segni dell’insufficienza cardiaca anterograda quali ipotermia, estremità fredde, polso femorale ipocinetico, mucose pallida e tempo di riempimento capillare aumentato, dispnea e atteggiamenti di fame d’aria.
I segni cardiaci dell’insufficienza cardiaca retrograda sono invece rappresentati da ascite, presenza di polso giugulare, e reflusso epatogiugulare.

Durante la visita clinica è possibile rilevare la presenza di un soffio sistolico (1-3/6) legato all’insufficienza mitrale e/o tricuspidale secondaria, ed un terzo tono (S3 galoppo), dovuto alla dilatazione ventricolare ed all’alta pressione atriale, può essere identificato a livello apicale sinistro. Infine attraverso l’auscultazione possono essere identificate delle aritmie ( fibrillazione atriale o tachiaritmie ventricolari).

DIAGNOSI

La diagnosi della CMD deve tenere in considerazione il segnalamento ( taglia, età, razza del soggetto ) e la presenza di eventuali segni clinici della patologia. Alcuni esami collaterali quali l’esame elettrocardiografico, radiografico e soprattutto ecocardiografico hanno un ruolo determinante nel raggiungimento di una diagnosi di certezza.

   rx   ecocardio

  • ECG- Attraverso l’elettrocardiografia è possibile identificare , in corso di DCM, la presenza di aritmie quali: tachicardia sinusale, fibrillazione atriale, aritmie ventricolari, ed occasionalmente blocchi di branca sinistri.

  • Radiologia toracica- L’immagine radiologica dimostra un moderato ingrandimento delle camere cardiache. Inoltre tale esame risulta fondamentale per valutare la presenza di un edema polmonare secondario ad insufficienza cardiaca sinistra o di un versamento pleurico secondario ad insufficienza cardiaca destra.

  • Ecocardiografia- l’esame ecografica consente la conferma definitiva della diagnosi di cardiomiopatia dilatativa. Il quadro è quella di una grave dilatazione ventricolare con frazione di accorciamento diminuita in modo significativo. Lo spessore del setto interventricolare e della parete libera del ventricolo sinistro sono diminuiti.

Le morfologie valvolari sono normali, ma a causa della distorsione degli anulus valvolari atrio-ventricolari, è possibile evidenziare un quadro di insufficiente chiusura della volta mitralica e tricuspidale. La distanza del punto E-setto è significativamente aumentata, questo parametro deve essere considerato solo in assenza di aritmie. Anche l’atrio destro e sinistro presentano significative dilatazioni.

TERAPIAZLXLGOCARCFZQ7CAK04C53CAN9CIXRCA8U295ICA5CPETNCASQEP4XCA00PPWSCAQCD0E2CA5TX0VDCAY06INACA8GZ70LCAJXBCTZCA3CDF3UCA5G3CD5CAOSVXYGCA294O8OCA74L0B2CAZVG2G9

Il protocollo terapeutico utilizzato in corso di CDM nel cane prevede  l’utilizzo di diuretici, ACE inibitori e farmaci inotropi positivi ( triplo protocollo terapeutico ). La terapia è finalizzata per ridurre i segni clinici prodotti dall’insufficienza cardiaca congestizia, aumentare il tempo di sopravvivenza e la qualità di vita dei soggetti, ridurre il rischio di morte improvvisa.

DIURETICI:

  • Furosemide: utilizzare la dose minima efficace ( 0,5-2 mg/Kg BID o TID PO)

  • Diuretici tiazidici: potenziano l’azione diuretica della furosemide agendo a livello del tubulo contorto distale ( idroclortiazide 2,2-4,4 mg/Kg BID OS )

  • Spironolattone: è un antagonista dell’aldosterone appartenete alla categoria dei diuretici risparmiatori di potassio; la sua attività diuretica è blanda. L’ interesse maggiore nell’utilizzo dello spironolattone è a livello neuro-ormonale.

ACE-INIBITORI:

Gli ace inibitori agiscono inibendo la trasformazione la trasformazione di Angiotensina I in Angiotensina II che ne rappresenta la forma attiva, inducendo conseguentemente una riduzione del riassorbimento di sodio e acqua a livello renale ed una blanda dilatazione di arterie: l’effetto ricercato è rappresentato da una riduzione del post-carico, delle resistenze vascolari e quindi una migliore efficienza contrattile del ventricolo sinistro.

Enalapril ( 0,25-0,5 mg/Kg BID PO ) e Benazepril, il loro utilizzo viene raccomandato prima dell’instaurarsi dell’insufficienza cardiaca congestizia.

INOTROPI POSITIVI:

  • Glicosidi digitali: riducono l’attività simpatica e aumentano quella parasimpatica

  • Pimobendan: aumento della contrattilità del miocardica. I soggetti che assumo, insieme alla terapia convenzionale pimobendan hanno un miglioramento della classe di insufficienza cardiaca ed un aumento della sopravvivenza.

Se ti è piaciuto l'articolo diventa sostenitore e iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGVET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni.



Bookmark and Share

157 commenti:

  1. Buongiorno Dottoressa, ho al mio Poppy 10 anni e 36 kg e' stata diagnosticata 2 mesi fa una insufficienza tricuspidale con ipertensione polmonare moderata.La cura e':
    vetmedin 5mg 1cp e mezza 2 volte al giorno
    prilactone 80 mg 1 cp al giorno
    diuren 1/2 cp al giorno
    Nell''ultimo controllo eco situazione invariata ma da due settimane e' peggiorata l'ascite (paracentesi 1 volta alla settimana) e ha una zampa posteriore un po' zoppa e scoordinata. Non vorrei che fossero le medicine, vetmedin soprattutto a causare questi problemi. E' anche un statico, capriccioso nel cibo e giu' di umore. Sono un po' sconfortata perche' temo che la gestione della patologia cardiaca, peraltro non guaribile, possa causargli sofferenze psicologiche e fisiche anche superiori alla malattia stessa. Forse la dose di VetMedon e'"eccessiva?.potrebbe giovargli la carnitina? Grazie!

    RispondiElimina
  2. Buongiorno Dottoressa,
    dopo due segnali di eccessivo affaticamento (un anno di distanza l'uno dall'altro), manifestatisi dopo attività sportiva, ho fatto eseguire al mio Dobermann di due anni un esame ecocardiografico, il cui risultato è stato indicato come: "ai limiti della norma" (diametri ventricolari sx lievemente aumentati, settali e parietali ai limiti superiori. Lieve ingrandimento atriale sinistro. Funzione sistolica sx nella norma); "soggetto border line".
    Le chiedo: è probabile che il mio cucciolone sia affetto da cardiomiopatia dilatativa in stadio iniziale? se si, al massimo quanto vivrà?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,
      ha fatto bene a sottoporre il suo cane all'esame ecocardiografico. La razza Dobermann è predisposta a sviluppare cardiomiopatia dilatativa e se diagnosticata in tempo è possibile rallentare la sua evoluzione.
      Le consiglierei di effettuare controlli ecocardiografici e elettrocardiografici ogni 6 mesi per tenere sotto controllo il progredire della malattia.
      Il suo cane è risultato nei limiti della norma, vuol dire che non è cardiopatico ma che deve essere controllato periodicamente per capire se può evolvere in dilatativa e quindi cominciare con una terapia.
      Cordiali saluti
      Dott.ssa Daniela Ferrari

      Elimina
  3. Buongiorno. Navigando sul web per documentarmi, mi sono imbattuto in questi interessantissimo blog, ed approfitto della sua disponibilità per un parere. Al mio pastore tedesco di 3 anni e mezzo a gennaio scorso è stata diagnosticata una miocardiopatia dilatativa di 3°grado. Prima non aveva assolutamente dato sintomi di nessun genere, solo da inizio dicembre scorso era progressivamente dimagrito, ed in seguito a visita il veterinario gli prescrisse una dieta più calorica (Royal Canin Sporting life 4300). Dopo le feste di Natale notando l'addome leggermente gonfio lo riportavo dal veterinario che confermava ascite addominale e gli praticava ecografia addominale e poi cardiaca confermando una miocardiopatia dilatativa. Mi ha prescritto un diuretico (Diuren maxi 80 mg 1 cpr al di divisa in due dosi) e mi ha invitato a rivolgermi ad un cardiologo. Cosa che ho fatto subito. Il cardiologo ha trovato il cane in condizioni pessime diagnosticando un 3°/4° grado di miocardiopatia, con una funzionalità cardiaca pari al 13% e fibrillazione atriale. Come terapia mi ha dato 4 compresse di Vetmedin da 5 mg al giorno divise in due somministrazioni, una compressa di Lanoxin 0,125 mg mattina e sera , una compressa di Cardialis 10/80 al giorno e 4 Lasix da 0,25 mg al giorno, oltre a crocchette Royal Canin Cardiac. Il cane ha risposto bene alla terapia, l’ascite si è ridotta quasi completamente, è tornato vitale e vigile e la funzionalità cardiaca e aumentata al 29%, è comparsa la curva a P nell’elettrocardiogramma ed è scomparsa la pericardite. Ora con l’arrivo del caldo il vet mi ha aggiunto un’altra compressa di Lasix, che quindi diventano 5 al giorno. Qualcuno mi dice che sono troppe e che provocheranno danni ai reni. E’ corretta come terapia? Da notare che il cane apparentemente non presenta sintomi della malattia, se non il fatto che riduca la sua attività motoria nelle ore più calde della giornata (da noi al sud il caldo comincia a farsi sentire). La saluto scusandomi per la prolissità, Francesco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, direi che la terapia data al suo pastore tedesco è perfetta.
      Con l'aumentare del caldo è possibile introdurre una somministrazione in più di diuretico.
      Le consiglio di monitorare la funzionalità renale periodicamente, ma non mi preoccuperei per i reni, il dosaggio non è elevato.
      Spero di esserle stata di aiuto.
      Cordiali saluti Dott.ssa Ferrari

      Elimina
  4. Buongiorno dottoressa Ferrari,
    mi sono imbattuta per caso in questa discussione e siccome alla mia cagnolona (galga di 9 anni, adottata 2 anni fa dalla Spagna) è stata riscontrata una malattia cardiaca, ho pensato di chiederle un riscontro sulla terapia che mi hanno consigliato.
    L'ecocardiogramma ha rilevato una endocardiosi mitralica e tricuspidale (Classe B2) con rimodellamento atrioventricolare sinistro secondario a sovraccarico volumetrico. Saphira non ha sintomi correlabili a patologie cardiovascolari, nè altra sintomatologia rilevante. Le riporto l'esame obiettivo: sensorio nella norma, normotermica, mucose rosa con tempo di riempimento capillare inferiore a 2". L'auscultazione cardiaca evidenzia un soffio olosistolico 4/6 con punto di massima intensità apicale sinistra ed irradiazione a destra, frequenza cardiaca a 120 bpm con ritmo cardiaco compatibile con aritmia sinusale respiratoria, auscultazione polmonare nella norma con frequenza respiratoria 20 arm. Palpazione dell'addome nella norma, polso arterioso valido. Linfonodi nella norma.
    Come TERAPIA mi hanno consigliato il pimobendan 0,25 mg/kg due volte al giorno. Senza riduzione dell'attività fisica o modifica della dieta.
    Mi chiedevo cosa ne pensa e se ritiene anche lei necessaria la somministrazione di questo farmaco, visto che non ci sono sintomi (tosse, affanno). Per esperienza so che una volta che si inizia con certi tipi di farmaci poi vanno dati a vita e spesso integrati con altri. E che i farmaci hanno effetti collaterali (anche sui reni). Non vorrei iniziare troppo presto.
    La saluto e mi scuso per la lunghezza del post.
    Saluti. Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,
      ci sono diverse discussioni e discordanze sull'inizio della terapia dei cani non sintomatici. C'è uno studio in atto sull'utilizzo del pimobentan prima dei sintomi e sembra efficace.
      Non ci sono effetti collaterali. Secondo me ha fatto bene ad iniziare questa terapia, ma farei dei controlli ecocardiografici ogni 6 mesi.
      Cordiali saluti

      Elimina
  5. Buona serata
    Ho la mia cagnolina che ha 11 anni e ha il cuore ingrossato , è di piccola taglia
    Un volpino incrociato con un altra razza.
    Ora ha il cuore ingrossato è necessaria una terapia
    Cardalis 5 mg/40 mg
    Vetmedin 1, 25 mg
    Diuren 20 mg
    Il problema sono i costi da sostenere
    Non sono in grado di affrontare una spesa così grande, ho seri problemi economici
    Cosa mi consigliate perché oggi come oggi faccio fatica a tirare avanti

    RispondiElimina
  6. Il mio P.T. di tre anni e mezzo in cura farmacologica per miocardiopatia dilatativa, benché mangia 450g di royal canin cardiac al giorno mischiate con un po' di umido e' molto magro con le costole in evidenza. Come potrei integrare la sua dieta per aumentare la sua massa magra e quella grassa? Inoltre, le sue feci non sono completamente formate con una parte iniziale più solida e una parte finale più molle. Il veterinario/cardiologo pensa che sia dovuto al mix di farmaci che assume, ma anche prima,in modo meno marcato, aveva questa caratteristica. Cosa potrei dargli per migliorare questa situazione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera,
      le consiglio di effettuare degli esami del sangue specifici per il malassorbimento intestinale e insufficienza pancreatica.
      Intanto può integrare con delle vitamine e omega 3 e 6.
      Cordiali saluti
      Dott.ssa Daniela Ferrari

      Elimina
  7. Egr. dott.ssa Ferrari, innanzitutto complimenti per il suo servizio sul web. Volevo chiederle se mi può indicare un cardiologo di sua conoscenza in provincia di napoli, ma eventualmente in Campania, visto che abito in una zona equidistante da tutte le province. La saluto cordilamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, mi dispiace ma non ho conoscenze in provincia di Napoli, si affidi a una clinica veterinaria.
      Cordiali saluti

      Elimina
  8. Buongiorno, volevo chiedere un parere riguardo al mio cane razza meticcia di circa 14 anni e mezzo di 7 kg.
    Qualche anno fa sono iniziati degli sporadici svenimenti improvvisi in genere sempre in momenti di agitazione! Abbiamo effettuato i dovuti esami ed abbiamo è da circa 1 anno e mezzo iniziato una cura con fortekor(nel mio caso sostituito con il benazepril 5mg ed attualmente sto dando 1/4 di pastiglia mattino e sera)e diuren(lasix 25mg meta mattino e sera). All'ultimo controllo di qualche giorno fa con l'ecocardio, il referto dice( evito di scrivere tutti i numeri metto solo le diciture finali):
    Grave rigurgito mitralico ad elevata velocità
    Moderato rigurgito tricuspidale ad elevata velocità
    Atrio sinistro lievemente aumentato di dimensioni asx ao 1,55
    Referti ecografici compatibili con insufficienza mitralica e tricuspidale associata e segni di ipertensione polmonare.
    La cura resterebbe più o meno la stessa a parte un leggero aumento del lasix però mi ha aggiunto un nuovo medicinale chiamato vetmedin da 1,25g da dare una alla mattina e una alla sera!
    Leggendo un po' in rete e sentendo alcuni consigli sembrerebbe che questo farmaco abbia degli spiacevoli effetti collaterali e addirittura che potrebbe peggiorare la condizione del mio cagnolino!
    Aggiungo inoltre che gli sto dando tutti i giorni 3 misurini di renal cane dato che i valori erano leggermente fuori ed una volta all'anno un ciclo di glutamax per il fegato sempre per valori un po fuori norma. Negli ultimi due anni non ha mai fatto ex torace perché il vet non lo ritiene necessario!
    Inoltre posso dire che al momento sembra in salute, le feci sono belle non vomita, magia sempre ed è ancora molto attivo non ha tosse se non qualche colpo quando mi vede e si agita un po e nell'ultimo anno 2 svenimenti di circa 40 secondi.
    Le chiedo se secondo lei vale veramente la pena aggiungere vetmedin oppure no.
    Grazie mille an anticipo del consiglio.
    Diego

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,
      il vetmedin è un ottimo farmaco, ormai molto usato nelle terapie cardiache, con ottimi risultati. Ci sono degli studi in atto che vogliono introdurre l'utilizzo del vetmedin prima dei sintomi di insuff. cardiaca. Gli effetti collaterali sono minimi e subito visibili, come gastroenteriti.
      le consiglio di utilizzarlo con tranquillità e ripetere dei controlli periodici.
      Cordiali saluti
      Dott.ssa daniela Ferrari

      Elimina
    2. Buonasera dottoressa ringrazio subito per la risposta l'unico effetto collaterale del vetmedin è il vomito? Ci sono casi di guarigione tramite questo farmaco? Si deve assumere per tutta la vita del cane? La ringrazio anticipatamente

      Elimina
  9. Buona Sera Dottoressa Ferrari,
    Suppongo alla Sua Gentile attenzione I gravi problemi di salute di cui il mio cane di 12 anni e' affetto , diagnosticata per prima la CKD IRIS 3 due mesi fa' con prescrizione Fortekor 10mg×2/die, ipodermoclissi e dieta K/D Science Plan. Nel frattempo le sue condizioni cliniche peggiorano , seconda diagnosi con prognosi infausta Fibrillazione atriale ad alta penetranza, conseguente scompenso cardiaco sinistro. Viene dimesso doppo due giorni con la seguente terapia: Cardalis 5/40mg-1cp/die, Diuren 20mg-1cp×2/die, Vetmedin 5 mg-1cp×2/die, Lanoxin 0,120mg-1/2cp×2/die, Pronefra sciroppo 4ml×2/die. A due settimana dell'inizio terapia la situazione clinica peggiora- creatinina da 2,9 salita a 4 , azotemia da 169 a 190, BUN da 79.97 a 86, piastrine da 450 a 660, emoglobina invariata 10g/dl, fosforo 10.3g/dl. Rialzo dei leucociti a 19mil/ml. Nausea, vomito, anoressia, debolezza nel deambulare e sposatezza generale, rifiuto di bere persino sono presenti ogni giorno. Eseguito il dosaggio della digossinemia e siamo nell'attesa dell'esito, ecocardiografia fatta in attesa di risultato refertato, EKG ci viene detto che e sopraggiunta la Tachicardia ventricolare. Gli elettroliti dell'emogas arterioso Na, K, Ca Nella Norma , O2sat=92,30%. Siamo veramente preoccupati delle sue condizioni , speravamo in un approccio terapeutico mirato che avrebbe potuto stabilizzarlo al livello emodinamico , siamo consapevoli che le due insufficienze d'organi vitali come il cuore ed I reni sono difficili da trattare in contemporanea ma vogliamo aiutare il nostro cane . Un suo consiglio professionale in merito sarebbe molto utile per noi. La ringrazio di cuore.

    RispondiElimina
  10. Buonasera, ho letto attentamente la sua mail ma le posso dire che tutto quello che è stato fatto è giusto. Sono due patologie discordanti tra loro e difficili da curare insieme.
    Spero che le condizioni cliniche del suo cane possano migliorare.
    Cordiali saluti

    RispondiElimina
  11. Buona sera , grazie della sua risposta .
    Cordiali saluti

    RispondiElimina
  12. Buongiorno.
    Il mio cane di circa 42/43 kg è affetto da miocardiopatia dilatativa; tra le altre medicine (Vetmedin, Lasix e Lanoxin) ogni giorno assume una compressa di Cardalis da 10/80 mg. Visto che i principi attivi di questa compressa sono lo spironolattone e il benezepril, potrei sostituirla con prodotti separati per uso umano dal costo decisamente inferiore, senza però inficiare sull’efficacia terapeutica?
    La saluto cordialmente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, sicuramente il cardalis è un buon prodotto, sia per l'appetibilità ma sopratutto per avere due farmaci in una sola compressa. Se vuole può dare i corrispettivi alla dose giusta.
      Cordiali saluti

      Elimina
  13. Buongiorno gent.ssima dott. Ferrari al mio beagle di 10 anni è stata diagnosticata in febbraio una lieve insufficienza mitralica,dimensioni del cuore nella norma con un minima dilatazione del ventricolo sin. Premetto che il cane è completam asintomatico e nonpresenta nè perdita di peso nè mancanza di appetito,è vvace e corre come sempre.Sta assimendo ormai da 5 mesi una compressadi enalpril una volta al mattino, mezza compressa di diuren 20 matt e sera e coractiv perle. Il mio dubbio è sull'assunzione del diuretico. É proprio necessario somminisrarlo al cane visto la mancanza di sintomi? Mi scusi ma ho unagrande paura degli effetti collaterali. Per il resto la terapia va bene? Laringrazio x la disponibilità. Cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, sicuramente il diuretico nei cardiopatici è di fondamentale importanza. Deve monitorare il respiro, soprattutto quando dorme, calcolare la frequenza respiratoria in un minuto. Se sopra a 40 al minuto meglio rivolgersi al suo veterinario per modificare la cura.
      Spero di esserle stata di aiuto.
      Cordiali saluti
      Dott. Ferrari

      Elimina
    2. Gent.ssa dott. Ferrari la ringrazio x la sua sollecita risposta. Continueró senza paura a somministrare il diuren al mio amato beagle. Vorrei correggere un errore del mio precedente scritto. Il mio cane non presenta alcuna dilatazione al ventricoloma ha solo un soffio di 2 grado e una leggera modifica delle pareti cardiache. Mai avuto edemi nè tosse. Vorrei porle un'altra domanda...il coractiv va somministrato a vita o va assunto solo x qualche mese? Poi ancora...il cane va trattenuto nel correre nonostante non presenti sintomi e non si senta mai affaticato? I suoi respiri al min vanno dai 18 ai 22 dopo aver fatto le scale. La ringrazio infinitam x la sua gentilezza e per la passione che mette nel suo lavoro. Cari saluti

      Elimina
    3. Buongiorno, il coractiv è un integratore di omega 3 e 6, può fare dei cicli di 2 mesi e sospendere 1 mese. Il cane può fare la sua vita normale, evitare solo sforzi eccessivi soprattutto nel periodo estivo.
      Cordiali saluti
      Dott.ssa Ferrari

      Elimina
  14. Egr. dott.ssa Ferrari, ho letto del Cardisure, effettivamente più economico del Vetmedin, ma il problema è trovarlo. Mi potrebbe indicare come reperirlo, magari anche online? La ringrazio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, il cardisure si può ordinare tranquillamente in farmacia, penso anche online.
      Cordiali saluti

      Elimina
  15. Egregia dott.ssa Ferrari, devo ricorrere ancora una volta ai suoi consigli. In ottica di revisione del budget, come già le avevo prospettato volevo sostituire il Cardalis 10/80 che il mio cane di taglia grande assume insieme ad una compressa di Aldactone 25 mg, con prodotti equivalenti per uso umano. Il mio pensiero e come anche da lei suggeritomi, era di dividere l'assunzione dello spironolattone e del benazepril con dosaggio ovviamente uguale (spironolattone 80 mg + 25 mg = 105 mg e benazepril 10 mg). Il cardiologo invece mi ha sostituito il Cardalis con il benazepril da 10 mg mantenendo la compressa di Aldactone da 25 mg pari a 25 mg di spironolattone, riservando l'assunzione di una seconda compressa se si fossero verificati accumuli di liquidi nell'addome. Secondo i miei calcoli (non è che ci voleva molto) rispetto all'attuale terapia mancano 80 mg di Spironolattone al giorno. E' giusto come ragionamento o separando i due principi terapeutico il dosaggio va rimodulato? Ho notato che nel Cardalis il rapporto benaprezil/sironolattone è di 1/8, è una costante o è una formulazione di massima che si può integrare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, il dosaggio dell'aldosterone è di 2 mg/Kg al giorno, in caso di accumulo di liquidi in addome, si può dare una somministrazione in più.
      Il benazepril va bene come dosaggio. Spero di averla aiutata.
      Cordiali saluti

      Elimina
  16. Gentilissima dott.ssa Ferrari, leggendo i post dei vari utenti ho visto che piu o meno le terapie sono molto simili tra loro, a parete il dosaggio ovviamente. Le volevo porre un quesito che penso possa interessare molti altri utenti. Attualmente il mio cane prende il Vetmedin mattina e sera, Lasix mattina e sera, Aldactone 1 cpr, Benaprezil 1cpr, e Lanoxin mattima e sera. Finora la terapia era scandita in modo da distanziare i farmaci di un paio d'ora l'uno dall'altro, alternandoci in famiglia a seconda degli orari. Ora, per cause lavorative, non abbiamo più questa possibilità, quindi avrei la necessità di darei farmaci in meno somministrazioni. Mi potrebbe dire se e quali farmaci di quelli che prende possono essere somministrati insieme?
    La ringrazio per la sua rubrica che ci è di aiuto e supporto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, il diuretico e il vetmedin sono farmaci che devono essere assunti a digiuno, un'ora prima dei pasti per aumentare l'assunzione, gli altri possono essere somministrati anche insieme.
      Cordiali saluti

      Elimina
    2. Quindi:
      alle ore 7,00 Vetmedin + Lasix insieme,
      alle ore 8,00 pasto,
      alle ore 9,00 Lanoxin
      alle ore 13,30 Benaprezil + Aldactone insieme
      alle ore 19,00 Vetmedin + Lasix insieme
      alle ore 20,00 pasto
      alle ore 21 Lanoxin
      Va bene?

      Elimina
    3. Perfetto, se vuole restringere ancora i tempi può somministrare insieme al Lanoxin anche il benazepril + aldactone.
      Cordiali saluti

      Elimina
  17. Buonasera, oltre alla terapia farmacologica mi è stato prescritta per il mio cane con miocadiopatia dilatativa, una dieta a base di crocchette per cani cardiopatici, senza però specificare la marca. Nella mia ricerca ho trovato tre prodotti: Prescription Diet™ h/d™ Canine, Farmina Vet Life Cardiac, Royal Canine Cardiac. Mi potrebbe dire quale dei tre le sembra migliore, dal punto di vista nutrizionale e terapeutico?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,
      sono tutte buone marche, c'è in commercio anche il CV Purina. Dipende dai gusti del suo cane, ne proverei alcune.
      Cordiali saluti

      Elimina
  18. Buonasera.
    Come da lei suggeritomi il 14 maggio scorso, ho proposto al cardiologo che cura il mio cane esami per verificare l'esistenza di un malassorbimento intestinale e/o insufficienza pancreatica. Il medico mi ha parlato di malassorbimento secondario indotto da farmaci, non ritenendo opportuno effettuare tali analisi, modificando la terapia in atto (Vetmedin, Lasix, Benazeprol, Aldactone, Lonaxin e Coractiv). Ha eliminato il Coractiv per tutta l'estate, ha sostituito il Vetmedin con il Cardisure e ha introdotto un complesso vitaminico del gruppo B e successivamente, visto che i risultati non erano apprezzabili mi ha prescritto di sostituire il RC Cardiac con il RC Gastrointestinal. Io non me la sento di insistere più di tanto ma vorrei comunque fare le analisi per scoprire se è affetto da malassorbimento intestinale e/o insufficienza pancreatica. Nel caso fossero positive, le terapie sarebbero compatibili ed integrabili tra loro o sarebbe comunque inutile vista la patologia cardiaca di cui è affetto?

    RispondiElimina
  19. Buongiorno, ci sono alcuni farmaci come il vetmedin possono dare come effetto collaterale disturbi gastroenterici. Gli esami del sangue li può far fare lo stesso cosi se esiste una causa primaria può curarla.
    Cordiali saluti
    Dott.ssa Daniela Ferrari

    RispondiElimina
  20. buongiorno Dottoressa mi scusi se la disturbo ma volevo approfittarne per chiedere anche a lei un parere ieri sono andata dal mio veterinario a fare fare un ecocardiogramma al mio maltese di 9 anni peso 3 kg 8 da tener presente il mio cane non dava nessun sintomo è stato il veterinario che sentiva un soffio e quindi abbiamo fatto l'esame Lego l'esame atrio sinistro dilatazione moderata 2.5 cm ventricolo sinistro ipercinetico lievemente dilatato mitralica rigurgito mitralico moderato grave insufficienza mitralica classe B1 aorta normale atrio destro normale ventricolo destro normale in questo caso di solito i pazienti mitralici non hanno bisogno di terapia medica questo è quello che mi ha detto il mio veterinario mi scusi se mi sono dilungata lei che ne pensa non gli devo dare nessuna terapia grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,
      il suo veterinario non l'ha fatta incominciare con nessuna cura perche il suo cane è asintomatico, sicuramente le avrà fissato un controllo fra 6 mesi, se ci dovesse essere un peggioramento ecografico inizierete con una cura farmacologica. Se vuole può iniziare con degli omega 3 -6, il coractiv perle.
      cordiali saluti

      Elimina
  21. Buongiorno Dottoressa, la contatto perché il mio cane di 17 anni è cardiopatico e in cura da 4 anni, prende 1 cpr di lasix e 1 di cibacen due volte al dì, da circa 10 giorni presenta un po' di tosse come se dovesse espellere qualcosa e in effetti c'è stato un episodio in cui ha espulso un po' di catarro bianco. la tosse rimane presente nonostante gli sia stata aumentata la dose di lasix a 3 volte al dì da 7 giorni. Potrebbe essere dovuta agli sbalzi di temperatura? non sembra affaticato e respira come sempre. Il naso è secco ma con qualche gocciolina acquosa. Cosa mi può consigliare? potrebbe avere dell'acqua nei polmoni? La rigrazio anticipatamente, cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,
      potrebbe avere un po' di tracheite o infiammazione delle prime vie respiratorie. le consiglio di fare una cura antibiotica e vedere i risultati. Se respira bene e non è affaticato non è edema polmonare.
      Spero di esserle stata di aiuto
      Cordiali saluti
      Dott.ssa Daniela Ferrari

      Elimina
    2. Buongiorno Dottoressa, la ricontatto perché con oggi sono due gg che sto somministrando l'antibiotico Baytril al mio cane ma la situazione non migliora, la tosse persiste ed è molto debole, dorme sempre e fatica a camminare nonostante il respiro sia normale. Ho l'impressione che abbia il torace un po' gonfio ma non vorrei sia appunto solo un impressione dovuta alla preoccupazione. Cosa mi consiglia di fare in questo caso con il lasix? mantenerlo a 3 volte al dì? Possiamo quindi escludere nuovamente un accumulo di liquidi? La ringrazio infinitamente e resto in attesa di un suo gentile riscontro.

      Elimina
    3. Buongiorno, quello che le posso consigliare è di far effettuare un Rx torace. In questo modo si può capire l'effettiva situazione del suo cane, se in edema o in versamento e quanto diuretico somministrare.
      Cordiali saluti

      Elimina
  22. Salve dott.ssa Ferrari.
    Il mio PT affetto da miocardiopatia dilatativa ultimamente sta presentando un'ascite abbastanza accentuata.Abbiamo provato il torosemide al posto del furosemide, entrambi (2 lasix la mattina e 1 diuresix la sera) senza però risultati apprezzabili. Il mio vet dice che il problema à solo di ordine estetico visto che il cane apparentemente sta bene e non sembra aver problemi... ma io non vorrei vederlo con quella pancia gonfia... cosa mi suggerisce peruna diuresi più efficace?
    PS il cane veve moltissimo per cui i liquidi che espelle con la pipì sono compensati dall'acqua che beve...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,
      il diuretico associato al furosemide va molto bene, potrebbe integrare con il prilactone a 2 mg/Kg mattino e sera, come blando diuretico, e vedere se dilazionare il lasix tre volte al giorno a 1 mg/kg. Chieda consiglio al suo veterinario.
      Cordiali saluti

      Elimina
    2. Buonasera... il PT prende già 1 compressa al giorno di Aldactone 100 ed 1 di Benaprezil 10 mg

      Elimina
  23. Buonasera D.ssa.
    Al mio alano maschio di 7 anni è stato effettuato un ecocardio e applicazione holter 24 a seguito di un episodio di sincope di circa 15 secondi senza perdita di conoscenza. Le elenco le conclusioni:
    Il monitoraggio Holter ha rilevato quale ritmo dominante un'aritmia sinusale respiratoria interrotta da numerosi
    complessi ventricolari prematuri e di scappamento polifocali, isolati e organizzati in coppie, forme alloritmiche e
    lembi di ritmo idioventricolare accelerato e tachicardia ventricolare monomorfa non sostenuta e rari complessi
    sopraventricolari prematuri isolati ed organizzati in rari lembi autolimitanti di tachicardia atriale focale. Il quadro
    aritmico riscontrato è suggestivo di un disordine miocardico primario (i.e. Cardiomiopatia dilatativa). Visto il grado
    delle aritmie ventricolari riscontrato è consigliabile iniziare una terapia antiaritmica con farmaco della classe III
    (i.e.Sotalolo) controllandone l'efficacia terapeutica con Holter seriali. Si consiglia inoltre la titolazione della
    troponina I.
    Ritiene opportuno usare un gastroprotettore per la terapia con il sotalolo? E il sotalolo è preferibile darlo a stomaco pieno o vuoto? Tenga presente che il mio come tutti gli alani è molto suscettibile a livello gastrico.
    Volevo sapere se ritiene opportuno anche un cambio dieta con crocchette cardiac, e delle integrazioni di omega 3 e 6 (coractiv) e vitamine del gruppo B (betotal) e carnitina (rossovet o carnitene) magari a cicli. Il problema sono sempre i dosaggi perché il cane pesa 76 kg...per esempio il coractiv ha sulla scatola dosaggi per cani fino a 50 kg. Meglio optare per le perle o per le gocce? E inoltre non esiste un integratore (anche ad uso umano) che comprenda in un'unica preparazione sia omega sia vitamine B e carnitina? Grazie della disponibilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,
      può iniziare a somministrare un integratore di omega conme il coractiv, o può optare per un integratore umano di omega 6 ( visto il peso del suo cane ). Per quanto riguarda il gastroprotettore, la carnitina e il cambio di alimentazione chiederei al suo cardiologo che le ha dato la cura per evitare interferenze.
      Cordiali saluti

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Grazie per la risposta. La cardiologa mi consigliato di chiedere in farmacia per un integratore umano simile al coractiv, ma le due farmacie a cui mi sono rivolta mi hanno spiegato che non esiste un integratore ad uso umano che sia comparabile al coractiv in quanto cambierebbero le catene di acidi grassi che lo compongono. Allora opterei comunque per il coractiv. Ma meglio gocce o perle? Il dosaggio per gocce è 35 per 50 kg, o 4 perle per 50 kg. Non riesco a capire se aumentare visti i 76 kg del mio cagnone.
      Grazie ancora.

      Elimina
    4. Buongiorno, per il peso del suo cane le consiglio le perle, 4 perle al giorno.
      Cordiali saluti

      Elimina
    5. Buonasera,
      sicuramente in base all'holter avrà deciso di aumentare il dosaggio.
      Non si preoccupi.
      Cordiali saluti

      Elimina
    6. Buonasera.
      La terapia con sotalolo per il mio cane si sta rivelando efficace e anche la vitalità del cane è ottima ora. Mi chiedevo solo se questo farmaco preso a vita possa dare effetti collaterali dannosi, ad esempio un effetto bradicardico eccessivo o danni alla motilità gastrica (che in un alano diventa grave predisponendolo a torsione gastrica). Vorrei prevenire questi effetti collaterali se si può. Grazie.

      Elimina
    7. Abbiamo rifatto holter ed ecocardio e i risultati sono buonissimi con una riduzione notevole delle aritmie. Abbiamo anche scadenziato altri holter di controllo ogni 3/4 mesi.

      Elimina
    8. Buongiorno, sono contenta che il suo Cucciolone stia meglio e siano diminuite le aritmie.continui la terapia, sicuramente è un farmaco indispensabile per la sua vita. Con controlli regolari terrà sotto controllo anche i possibili effetti collaterali. Cordiali saluti

      Elimina
    9. Buonasera D.ssa
      A un anno di distanza il mio alano gode ancora di buona salute anche se gli anni si fanno sentire e lui è più pigro e dormiglione. L'ultimo holter ha evidenziato un peggioramento che necessita l'aggiunta di un farmaco al sotalolo,la mexiletina (mexitil) che non è più in commercio in Italia. Vorrei chiedere: non esiste alternativa alla mexiletina? E comunque dovendogliela dare, dove posso reperire il farmaco? Ho provato a vedere online ma non ho trovato nulla,e la preparazione galenica ha costi oltre 200 euro per 1 mese di terapia (ne deve prendere 480 mg ogni 8 ore). Grazie della risposta.

      Elimina
    10. Buonasera.La situazione non va bene:abbiamo reperito la mexiletina ma dopo 48 ore di somministrazione il cane ha smesso di mangiare ed è piuttosto cachettico. Abbiamo sospeso tutto e ritorneremo dal cardiologo: vorrei solo sapere che tipo di prospettive si aprono ora che abbiamo appurato che non tollera la mexiletina.Grazie

      Elimina
  24. Buonasera. Al mio PT stiamo somministrando 4 fiale al giorno di Lasix 20 mg, dopo 10 giorni di Diuresix fiale 10 mg (2 al gg), ma l'ascite ancora non accenna a diminuire. Nel frattempo continua a perdere peso...Il medico parla di cachessia cardiaca, Avrebbe qualche consiglio da propormi? Sono molto preoccupato...

    RispondiElimina
  25. Buongiorno, potrebbe aggiungere dello spironolattone a 2 mg/kg mattino e sera e le consiglierei di far fare una centesi per togliere il liquido dall'addome.
    Cordiali saluti

    RispondiElimina
  26. Buonasera. Fatta la centesi, asportati 4,5 lt di liquido. Il cane sembra già stare meglio, più attivo e dinamico, mentre per la magrezza il medico mi ha parlato di chachessia cardiaca. Gran brutta cosa... Ora dai fori praticati (3) continua ad uscire liquido rosastro come quello aspirato. Secondo lei che aspettativa di vita si può prevedere allo stato in cui si trova?

    RispondiElimina
  27. Buongiorno. Dopo 48 ore il cane continua a "gocciolare". Il mio vet dice che è normale, l'importante che non ci sia gonfiore. In effetti il cane sembra stare meglio, ha mangiato con appetito ed e molto piu dinamico e reattivo rispetto a prima e il gocciolare dai tre fori non sembra procurargli particolari fastidi anche se la pelle si è arrossata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, direi molto bene. E' normale che continui a fuoriuscire del liquido, potrebbe accumularsene anche un pò nel sottocute, ma è tutto normale. la cachessia cardiaca è normale, le dia delle vitamine e piccoli pasti più volte al giorno. Come aspettative di vita, aspetterei a vedere la prossima centesi.
      Cordiali saluti

      Elimina
  28. Grazie per la risposta. Comunque per fortuna non si è formato nessun accumulo nel sottocute ma il liquido che fuoriesce è abbastanza copioso...
    Come vitamine, o meglio integratori sta prendendo Coractiv 3 perle al giorno ed iniezioni di Eparmefolin ogni tre giorni. Mi può indicare anche altri prodotti se ritiene opportuno. Inoltre se possibile mi potrebbe spiegare in che modo la prossima centesi (spero che non ci si debba ricorrere) può dare indicazioni sulle aspettative di vita? Non ricordo se le ho detto che il cane ha 4 anni. Le auguro una buona notte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,
      non aggiungerei altri integratori, i suoi sono sufficienti.
      Come aspettative di vita del suo cane dipende in quanto tempo si forma il liquido e con quale frequenza dovetete effettuare la centesi.
      Il vostro medico , in base all'eocardio e alla centesi, saprà darvi una risposta in base alla sua aspettativa di vita, io non posso saperlo.
      Cordiali saluti

      Elimina
  29. Salve il mio cane ha 10 anni. è un meticcio barboncino york shire, in realta non sono bene a conoscenza della sua razza, comunque un cane di taglia piccola del peso di 6 chili circa. Da un paio di anni si è manifestata una forte insufficienza della valvola mitralica che lo ha ridotto a stare praticamente steso tutta la giornata con forti crisi di tosse continue. E' in cura con un cardiologo il quale gli ha dato mezzo lasics due volte al giorno, e mezzo vetmedin due volte al giorno, dopo avergli cambiato tante volte la cura. a questo punto la mia speranza non è nemmeno quella di farlo sopravvivere, ma almeno di placare un po' la sua sofferenza. Ho letto on lne che danno antitossivi e anche tanti altri farmaci. Immagino che per voi veterinari sia antipatico che noi ignoranti in materia ci permettiamo di avanzare richieste sulla base di cio che leggiamo. Ma mi chiedo, devo rassegnarmi o posso fare qualcos'altro? attendo una vostra risposta, se possibile, e vi auguro buon lavoro e buona giornata e vi ringrazio anticipatamente per l'eventuale risposta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,
      mi dispiace per il suo cagnolino. Potrebbe parlarne con il suo veterinario cardiologo per farle prescrivere degli antitussigeni e dei broncodilatatori. Spesso i cani di piccola taglia presentano un collasso della trachea che peggiora lo stato cardiaco.
      Spero di esserle stata di aiuto
      Cordiali saluti

      Elimina
    2. Buongiorno a lei,
      la ringrazio per la tempestività nella risposta, ho apprezzato particolarmente viste le condizioni a dir poco tragiche nelle quali si trova il mio cane. Se possibile, vorrei chiederle qualche informazione con più precisione.
      Considerando che il mio cane pesa circa sei chili sarebbe possibile aumentare la dose di vetmedin e lasics, o ciò sarebbe controproducente?
      prima il nostro cardiologo gli faceva dare 1/4 di triatec 5mg una volta al giorno, ma è stato sempre ambiguo a riguardo, lei che ne pensa? ho letto che spesso viene dato anche lanoxin gocce, potrebbe essere di giovamento al mio cane?
      Avendogli diagnosticato, come da lei ipotizzato, un collasso della trachea da ben due anni, mai curato, potrebbe consigliarmi lei un broncodilatatore e le eventuali dosi?
      mi scuso per tutte le richieste ma non le nascondo che ho perso ben non poca fiducia nei confronti del mio cardiologo, e che per quanto possibile vorrei combattere per il mio cane. Spero di non essere stato inopportuno e la ringrazio infinitamente. buona giornata

      Elimina
    3. buongiorno,
      si io aggiungerei anche un antipertensivo come enacard 2,5 mg cpr mezza mattina e sera in terapia continuativa.
      Il dosaggio del lasix da 25 mg va bene, non lo aumenterei.
      Anche il vetmedin se è da 5 mg è già a un dosaggio alto.
      La digossina o lanoxin è un farmaco che deve essere prescritto solo nei casi di tachicardia e aritmie...quindi non saprei se nel suo caso è indicato.
      Per il collasso tracheale può usare il theo dur cpr 200 mg: un quarto mattino e sera
      Come sedativo della tosse può usare la paracodina: 2 gocce mattino e sera
      Io le ho scritto i dosaggi e i farmaci ma deve farseli prescrivere da un veterinario e tenere sotto controllo le condizioni cliniche del cane.
      Cordiali saluti

      Elimina
    4. Salve dotteressa, la ricontatto per farle sapere che il mio cane è inaspettatamente migliorato, da che mi aspettavo che stesse per morire. Adesso ho anche sospeso la paracodina essendo diminuite notevolmente le crisi di rosse.
      Ci tenevo a ringraziarla, il suo contributo è stato NOTEVOLISSIMO.
      Volevo anche approfittarne per dare un suggerimento a chi come me ha un cane cardiopatico. In questa acutizzazione di malattia ho potuto appurare che, in contesti e situazioni di stress o ansia per il mio cane, tendeva a peggiorare il suo stato patologico. Mentre, in questo periodo, accanto ad una terapia farmacologia più adeguata, anche il supporto e la maggior comprensione delle sue esigenze ha avuto la sua importanza. Troppo spesso sottovalutiamo il fatto che anche i cani abbiano una loro psicologia e quanto sia importante da parte nostra imparare a comprendere i loro messaggi.
      La ringrazio ancora per tutto e le auguro buon proseguimento.
      Saluti

      Elimina
    5. Buonasera,
      sono molto contenta che il suo cane si sia ripreso e stia meglio.
      Sicuramente un buon stile di vita e di alimentazione contribuiscono molto al suo stato di salute.
      Cordiali saluti

      Elimina
  30. Buonasera,da circa 40 giorni la mia maltesina soffre di una tosse strana e gia alcune volte dopo forti attacchi crolla e sembra stia morendo. Sto somministrando fortekor da 2,5 e 2 volte al di e Dimazon da 10 mg 2 volte al di. Alterna tre 4 giorni in cui sta benissimo ,poi ha crisi di tosse e sincope di nuovo. Mi puo dare qualche consiglio per favore?

    RispondiElimina
  31. Buonasera,da circa 40 giorni la mia maltesina soffre di una tosse strana e gia alcune volte dopo forti attacchi crolla e sembra stia morendo. Sto somministrando fortekor da 2,5 e 2 volte al di e Dimazon da 10 mg 2 volte al di. Alterna tre 4 giorni in cui sta benissimo ,poi ha crisi di tosse e sincope di nuovo. Mi puo dare qualche consiglio per favore?

    RispondiElimina
  32. Buonasera,da circa 40 giorni la mia maltesina soffre di una tosse strana e gia alcune volte dopo forti attacchi crolla e sembra stia morendo. Sto somministrando fortekor da 2,5 e 2 volte al di e Dimazon da 10 mg 2 volte al di. Alterna tre 4 giorni in cui sta benissimo ,poi ha crisi di tosse e sincope di nuovo. Mi puo dare qualche consiglio per favore?

    RispondiElimina
  33. Buongiorno,
    le consiglio di effettuare un ecocardiografia per capire il problema del suo cane, che tipo di cardiopatia.
    Aspetto notizie
    Cordiali saluti

    RispondiElimina
  34. Fatto,hanno riscontrato una insufficienza cardiaca che però secondo la cardiologa non è grave pitto nei limiti polso femorale mormale polso venoso normale campi polmonari nella norma no ascite. Lembi valvolari normali valvola competente. Mitrale lembi ispessiti prolasso atrio sinistro valvola insufficiente. Tricispide lembi ispessiti valvola insifficiemte.atrio sn/Ao ratio :dilatazione severa 2,0 as mm 23,5 Ao mm 11,6 m/b Mode Ventricolo sinistro volumi nella norma spessori normali Edv ml. / mq 140 ESVI ML/mq 17,34 ventricolo destro nella norma atrio destro nella norma . Conclusioni:endocardiosi mitralica prolasso insufficienza valvolare lieve moderata tricuspide insufficienza lieve quadro emodinamico complicato da rimodellamento atrio /ventricolare sinistro. Paziente classe ACVIM:B2. TERAPIA FUROSEMIDE 1 mgg / kg sid Benazepril maleato 0,5 mg /kg bid acidi grassi omega 3 sid. Mi aiuti per favore.

    RispondiElimina
  35. Buongiorno,
    la terapia va bene, deve parlarne con la cardiologa se somministrare degli antitussigeni per evitare le sincopi.
    Spero di esserle stata di aiuto
    Cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ringrazio molto e mi conceda un ultima domanda,visto che per me la cagnolina e come in figlio, sono malattie che concedono ancora qualche anno di vita decente o purtroppo mi dovro rassegnare e godermwla fin che va? Perdoni la mia schiettezza e grazie ancora di essere cosi disponibile con gente che nemmwno sa chi sia. Fossero come lei metà dei politici sarebbe un grande paese il nostro !

      Elimina
    2. La ringrazio molto e mi conceda un ultima domanda,visto che per me la cagnolina e come in figlio, sono malattie che concedono ancora qualche anno di vita decente o purtroppo mi dovro rassegnare e godermwla fin che va? Perdoni la mia schiettezza e grazie ancora di essere cosi disponibile con gente che nemmwno sa chi sia. Fossero come lei metà dei politici sarebbe un grande paese il nostro !

      Elimina
    3. Buongiorno,
      quello che le posso dire è che non faccio più prognosi, viva con il suo cane giorno per giorno, so che è difficile ma la maggior parte dei cardiopatici ben seguiti vivono a lungo e bene.
      Cordiali saluti

      Elimina
    4. Grazie di tutta la sua disponibilita e della sua schiettezza. Buon lavoro e buon weekend!

      Elimina
  36. buonasera vorrei tanto sapere come mai in internet se cerchi informazioni sul vetmedin escono cose molto preoccupanti ad esempio ho letto che non andrebbe mai associato a diuretici o a farmaci ace inibitori come ad esempio enacard poi ho letto che è tossico e che nelle reazioni avverse nel foglio illustrativo in commercio in italia c'è scritto solo vomito diarrea o inappetenza invece a livello internazionale sul foglio illustrativo si leggono tantissime reazione avverse molto gravi o anche la morte improvvisa. vorrei capire se è vero quello che ho letto oppure no? perché i veterinari prescrivono questo farmaco se è così pericoloso? non ci sono farmaci simili meno pericolosi? vi prego aiutatemi devo iniziare una cura per il mio cagnolino e non so più dove sbattere la testa ho solo tanta paura. grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera, quello che le posso dire che è un farmaco e per cui come tutti ha effetti collaterali. Io personalmente lo utilizzo da tempo e non ho mai avuto problemi, anzi ha salvato la vita a tanti paziente. Può essere pericoloso se non usato nel modo corretto e per la patologia indicata.
      Spero di esserle stata di aiuto
      Cordiali saluti

      Elimina
  37. Ciao dottoressa ho un rotweiler di 4anni soffre di cardiopatia dilatativa.aveva perso di chili ora e in cura con vetmedin due compresse al giorno due lanoxin da 250mg 6lasix al giorno e una benazebril.il cane ha recuperato il suo peso di prima solo che si affatica facilmente e ha quasi sempre il respiro affannoso tranne quando dorme e quando si sveglia mi può dire gentilmente cosa devo fare???e vorrei sapere se il mio cagnolino brutus può vivere più a lungo??????

    RispondiElimina
  38. Ciao dottoressa ho un rotweiler di 4anni si chiama brutus da settembre soffre di cardiopatia dilatativa aveva perso 10chili ora ha recuperato tutto il suo peso d prima e pesa54chili.solo che si affatica facilmente e ha il respiro affannoso nn ha tosse .mi può dire gentilmente cosa posso fare??lui prende due vetmedin da 5mg 1benazebril 2lanoxin da250mg e 6lasix da 25 vorrei sapere quanto sopravvivono d solito CN questa malattia io sto facendo tutto quello che posso spero che mi risponde grazie mille

    RispondiElimina
  39. Buongiorno il fatto che il cane abbia ripreso peso è sicuramente un segno di miglioramento. Il fatto che prenda tutti questi farmaci significa che il caso è abbastanza complesso quindi le consiglierei di fare controlli regolari con radiografie/ecocardiografie per controllare che la situazione sia stabile e non ci siamo segni di scompenso
    rimaniamo a disposizione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille x la sua disponibilità.io lunedì lo portò a fare le radiografie e ecocardiografia xche le ultime due volte che lo portato hann o fatto solo l'ecocardiografia e la fatta in un minuto xche aveva paura del cane che si era ripreso dal l all'ultima volta che andai.e temo che nn lo controllano come devono x paura ma mettiamo sempre la museruola... Dottoressa secondo lei può continuare a vivere CN questa malattia anche se nn e il cane d prima ma a me importa solo che vive come adesso CN una vita tranquilla senza stressato senza che corro e ogni tanto la passeggiata un giorno si e un giorno no..lui mangia 1chilo e 500grammi d carne al giorno e a volte a posto delle scatolette paté li do la pasta..la ringraziò ancora e lie auguro un buon natale

      Elimina
    2. Grazie mille x la sua disponibilità.io lunedì lo portò a fare le radiografie e ecocardiografia xche le ultime due volte che lo portato hann o fatto solo l'ecocardiografia e la fatta in un minuto xche aveva paura del cane che si era ripreso dal l all'ultima volta che andai.e temo che nn lo controllano come devono x paura ma mettiamo sempre la museruola... Dottoressa secondo lei può continuare a vivere CN questa malattia anche se nn e il cane d prima ma a me importa solo che vive come adesso CN una vita tranquilla senza stressato senza che corro e ogni tanto la passeggiata un giorno si e un giorno no..lui mangia 1chilo e 500grammi d carne al giorno e a volte a posto delle scatolette paté li do la pasta..la ringraziò ancora e lie auguro un buon natale

      Elimina
  40. Ciao dottoressa il mio brutus sta meglio ma nn capisco x che nn li abbassano i farmaci io ora li sto dando 2vetmedin da 5 matti e sera 1lanoxin da 250mg 5lasix e 1benazebril ma il veterinario dice sempre 4vetmedin 2lanoxin 1benazebril e6lasix nn so più cosa fare???? Secondo lei li do le dosi che dice il veterinario o le mie che le ho abbassate e sta meglio loro mi dicono sempre le stesse cose o provò a cambiare veterinario?????? Spero che mi risponde xche voglio sapere quanto può sopra vivere con questi farmaci????????

    RispondiElimina
  41. Leggo con piacere che Brutus sta meglio. Quando il paziente è stabile le terapie devono essere mantenute a vita ed è raro che si riescano ad abbassare i dosaggi senza avere scompensi. Per quanto riguarda l'aspettativa di vita le consiglierei di chiedere al suo veterinario che saprà sulla base degli esami eseguiti emettere una prognosi

    RispondiElimina
  42. Grazie mille dottoressa se melo dice lei mi fido x me nn sono il costo dei farmaci il problema ma il mio veterinario dice che con questa malattia vivono al massimo mesi o un anno o due dipende dal cane ma lei mi dice che brutus e fortunato che ha trovato me.io vorrei sapere solo se ci sono casi che sono riusciti a sopra vivere x 4 5anni anche xche brutus ha solo 4anni e nn vorrei perderlo x questa malattia io spero che arriva almeno a dieci anni....la ringraziò tantissimo

    RispondiElimina
  43. Grazie mille dottoressa se melo dice lei mi fido x me nn sono il costo dei farmaci il problema ma il mio veterinario dice che con questa malattia vivono al massimo mesi o un anno o due dipende dal cane ma lei mi dice che brutus e fortunato che ha trovato me.io vorrei sapere solo se ci sono casi che sono riusciti a sopra vivere x 4 5anni anche xche brutus ha solo 4anni e nn vorrei perderlo x questa malattia io spero che arriva almeno a dieci anni....la ringraziò tantissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,
      Non si può sapere quanti anni vivrà il suo cane, ma quello che le consiglio è di fare controlli periodici in modo da tenere sotto controllo la sua malattia e migliorare il suo stile di vita.
      Cordiali saluti

      Elimina
  44. Buongiorno, la ricontatto per chiederle come mai il mio cane , affetto da dilatazione cardiaca ed in cura con Cardisure, Lasix 500 mg alternato a Diuresix, Aldactone 100, Cibadrex e Lanoxin, beve in modo esagerato. A volte sembra non voler smettere più. Per l'ascite gli viene praticata la centesi ogni tre settimane circa (finora minimo 24 giorni max 28 giorni)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, potrebbe essere il diuretico, le consiglio di far effettuare degli esami del sangue per verificare la funzionalità renale del suo cane.
      Cordiali saluti

      Elimina
  45. Buonasera io ho una Yorkshire di quasi 8 anni è da giugno che le è stata diagnostica una cardiopatia dilatativa ma va sempre peggiorando avevamo iniziato con 0,8 di diuren e quasi mezza pillola di analapril da 5mg.poi abbiamo scoperto che il diuren a gocce non lo assimilava e siamo passati alle punture di LASIX poi non faceva effetto neanche il LASIX e abbiamo rifatto la cura:3/4 di enacard (2 volte al giorno) 1/8 di torasemide (2 volte al giorno) 1/4 di cardisure (2 volte al giorno) 3/4 di spiranolattone (1 volta al giorno)risultato dopo due mesi di questa cura nuovamente peggiorata affanno e tosse soprattutto la notte Phobe pesa 3,8kg aiutatemi grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,
      Le consiglio di ripetere una lastra per capire se questo affaticamento e tosse è dovuto ad edema polmonare.
      Il cardiologo valuterà se associarle un altro diuretico.
      Cordiali saluti

      Elimina
    2. Salve si la lastra l'abbiamo fatta ed è di nuovo in edema ma il cardiologo arriverà venerdì per il momento mi ha fatto aumentare la dose della torasemide 1/4 3 volte al giorno invece di 1/8 2 volte al giorno

      Elimina
    3. Buongiorno, come va aumentando la somministrazione di torasamide? Potrebbe somministrare del lasix fin che non effettua la visita dal cardiologo, anche se sul suo cane ha una blanda efficacia. Cordiali saluti

      Elimina
    4. Buongiorno anche aumentando la torasemide il cane fatica a respirare vediamo pomeriggio il cardiologo cosa dirà. Le volevo chiedere una cosa il cane ha pure perdita di pelo a chiazze e la veterinaria ha somministrato un antibiotico che la copre per 14 giorni. Questo antibiotico non inibisce l'effetto del diuretico? Lei mi dice di no ma il cane ha incominciato a sentirsi male da allora. La ringrazio anticipatamente per l'interesse mostrato fino a ora.
      Cordiali saluti

      Elimina
    5. Buonasera pomeriggio ho portato phoebe a fare la visita cardiologica e purtroppo è peggiorata si è rotta una cordina (so che questo non è il termine giusto) che fa aprire e chiudere la valvola di conseguenza questa valvola rimane sempre aperta e il cuore si riempie di sangue. Non mi ha dato belle notizie il cane non avrà ancora tanto da vivere. Il diuretico anche se dato più del normale non fa tanto effetto quindi o problemi con l'edema o con i reni. Mi ha prescritto delle pillole vaso dilatanti che permetteranno al sangue di scorrere più fluido senza fare sforzare tanto il cuore e non farlo accumulare nel cuore. Grazie comunque per avere risposto

      Elimina
    6. Buongiorno, l'antibiotico non influisce sull'efficacia del diuretico. Mi dispiace che il suo cane sia peggiorato a livello ecografico, spero che con il nuovo farmaco possa migliorare un po'.
      Cordiali saluti

      Elimina
  46. Buon giorno dottoressa, ho un pinscherino di 11anni e 6mesi che curo gia dallo scorso maggio per ploblemi cardiaci con Vetmedin da 1,25 mezza pasticca due volte al giorno idem con fortekor da2,5 dimazon trequarti al mattino e meta alla sera Aldactazide 25mg.un quarto mattina e sera lanoxin0,0625 un quarto mattina e sera. Il Lanoxin non lo riceve bene i suo effetti sono nausea e inappetenza e diarrea, il veterinario dice che e' neccessario e di sospenderlo qualche giorno per poi riprenderlo ma leffetto collaterale e' immediato inappetenza e diarrea. Vorrei un suo parere, in attesa di risposta cordialmente la saluto. Grazie.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, la terapia in atto è fondamentale per la sopravvivenza del suo cane.
      Pertanto le consiglio di provare a somministrare un antinausea al mattino. Può provare con cerenia 16 mg: 1/4 di compressa una volta al giorno, preferibilmente al mattino e lontano (mezz'ora prima almeno) dal resto delle terapie. Esistono anche altri ausili terapeutici che potrebbero aiutare ma inizierei a provare questo che in caso di nausea indotta da farmaci è il più indicato.
      Le auguro una buona giornata.

      Elimina
  47. Volevo aggiungere il pinscherino pesa 2700, e poi prendendo molti farmaci i vaccini vanno fatti comunque? grazie di nuovo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' consigliabile comunque fare tutte le vaccinazioni del caso. I soggetti cardiopatici non sono più sensibili dei soggetti sani alla somministrazione di terapie vaccinali.
      Buona giornata.

      Elimina
    2. Buonasera, si le consiglio di fare le vaccinazioni al suo cane, non interferiscono con la patologia e con i farmaci.
      Cordiali saluti

      Elimina
  48. Buonasera Dottoressa, ho uno yorkshire di 16 anni che pesa 4 kg.
    Da 2 anni ha insufficienza mitralica. La terapia consisteva nel somministrare: cardisure 2 mg, furosemide 8 mg e nelio 2,5 mg ogni 12 ore.
    Dopo un anno con l'aumentare della tosse cardiaca e l'inizio di episodi di sincope la terapia è stata così modificata: cardisure 3,75 mg torasemide 1 mg e nelio 1,25 ogni 12 ore. Dal momento che adesso cominciano a verificarsi episodi di diarrea e aumento della tosse, prima di ricorrere al cardiologo che sicuramente aumenterà le dosi non sarebbe il caso forse di abbassarle? Non sono un veterinario ma ho letto che il benazepril cloridrato va somministrato una volta al giorno. Inoltre 7,5 mg al giorno di pimobendan per un cane da 4 kg mi sembrano esagerati, ma questo è il mio parere da non esperto. Ecco perchè Le chiedo un gentile consiglio.Grazie

    RispondiElimina
  49. Buonasera, si le consiglio di continuare con le vaccinazioni, non interferiscono con I farmaci e la patologia.
    Cordiali saluti

    RispondiElimina
  50. Buonasera Dottoressa, ho uno yorkshire di 16 anni che pesa 4 kg.
    Da 2 anni ha insufficienza mitralica. La terapia consisteva nel somministrare: cardisure 2 mg, furosemide 8 mg e nelio 2,5 mg ogni 12 ore.
    Dopo un anno con l'aumentare della tosse cardiaca e l'inizio di episodi di sincope la terapia è stata così modificata: cardisure 3,75 mg torasemide 1 mg e nelio 1,25 ogni 12 ore. Dal momento che adesso cominciano a verificarsi episodi di diarrea e aumento della tosse, prima di ricorrere al cardiologo che sicuramente aumenterà le dosi non sarebbe il caso forse di abbassarle? Non sono un veterinario ma ho letto che il benazepril cloridrato va somministrato una volta al giorno. Inoltre 7,5 mg al giorno di pimobendan per un cane da 4 kg mi sembrano esagerati, ma questo è il mio parere da non esperto. Ecco perchè Le chiedo un gentile consiglio.Grazie

    RispondiElimina
  51. Buon giorno. Sono disperata in quanto al mio adorato Billy, cane meticcio (incrocio cane da caccia, tipo spinone)di quasi 9 anni, di 30 kg, il 26 aprile scorso è stata diagnosticata una cardiomiopatia dilatativa molto grave con diagnosi di vita di 3/6 mesi ed in caso di reazione positiva alla cura, di 1 anno, max 2 (solo nel 28% dei casi). Devo premettere che circa 20 giorni prima, Billy ha manifestato una tosse persistente e si era pensato ad una tracheite che è stata curata con antibiotico e cortisone per 8 giorni. Pareva migliorato (tosse scomparsa ma inappetenza)mo dopo 4/5 giorni di sospensione di tale cura, la tosse è ricomparsa. Essendosi manifestato questo peggioramento in prossimità delle festività del 25 aprile e non potendo quindi contattare il mio veterinario, ho ripreso la cura precedente ed il 26 aprile ho portato il cane al veterinario. Fatti esami del sangue che sono risultati tutti nella norma; fatto test per filaria che è risultato negativo; fatta radiografia che ha evidenziato questa grave forma di miocardiopatia dilatativa. Billy è decisamente dimagrito. la cura prescritta prevede: Furosemide da 25 mg 3, 2 cp ogni 8 ore, Spironolattone da 10 mg, 1 cp mattino e sera; Benazepril da 10 mh, 1 cp al dì; Lanoxin da 0,125 mg, 1 cp e 1/2 mattino e sera. Già dal secondo giorno di cura Billy è migliorato in quanto la pancia si è sgonfiata e gli è tornato l'appetito. In questi giorni mangia 2/3 biscotti al mattino, 5/6 etti di sola carne cotta bianca o rossa e qualche crocchetta proteica. Gradirei avere un suo parere in merito alla patologia ed alla cura in corso e se mi rincuorasse in merito alla diagnosi sul tempo che il mio cane potrà ancora trascorrere con me. Cordiali saluti. Ilaria Casetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace per il suo cane, quello che le posso dire è che non si può stimare il tempo di sopravvivenza, dipende da diversi fattori, soprattutto dalla risposta alla terapia. Quello che le posso dire è vivere giorno per giorno e farlo stare bene.
      Cordiali saluti

      Elimina
  52. Buogiorno dottoressa, ho un cagnetto di 14anni meticcio 12kg sempre stato in gran forma e vivacissimo. A ottobre dopo scrupolosi controlli che escludevano cardiopatie metastasi etc a causa di una neoplasia al testicolo contenuta il mio vet ha deciso di castrarlo. Tutto ok il decorso sino al mese scorso in cui improvvisamente ha preso a tossire durante i suoi spostamenti veloci ..nel giro di un'ora me lo sono ritrovato a terra in preda a una sincope. Corsa dal veterinari. Trattamento immediato con diuretici vetmedin causa edema polmonare e cardiopatia. Dopo qualche gg al controllo sempre tosse ed edema sceso di poco. Allora nella perplessità di capire la causa il vet ha provato con antibiotico e cortisone. Già miglioramento nel viaggio di ritorno. A distanza di quasi un mese il mio 14enne continua la terapia con 5mg di cardisure e 20mg diuren divisi in due somministrazioni, finito ieri con la dose a scalare di vetsolone. È tornato vivacissimo ma mangia poco..secondo le la terapia è idonea. Devo far altro per il topino, da cosa può esser emerso il tutto?penso all anestesia di ottobre..il vet non si è sbilanciato.grazie infinite.Stefania C.

    RispondiElimina
  53. Buongiorno dottoressa, se possibile vorrei raccontarle la brutta esperienza del mio Nocciolino 14anni , 12kg meticcio vivacissimo , castrato 6 mesi fa per una neoplasia testicolo contenuta, cuore sano. All'improvviso il mese scorso in due ore precipitato tutto..tosse e sincope. Cardiopatia con edema polmonare. Trattato con vetmedin diuren antibiotico vetsolone...ora è tornato vivace come prima...corre anche troppo abbaia e dorme sereno senza tosse. Finito ieri con la dose a scalare di vetsolone.Prosegue terapiia con 5mg di cardisure e 20mg di diuren tutto diviso in due dosi lontano dai pasti. Solo un problema..mangia pochissimo di gusto solo prosciutto cotto il resto mangiucchia e lascia. È come se quella tosse lo avesse traumatizzato secondo me, i Bocconi grossi li scarta . Secondo lei devo aggiungere esami la terapia è azzeccata. LAnestesia può aver fatto scaturire il tutto? Grazie infinite.Stefania C.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, le consiglio di far effettuare un' ecocardiogramma per capire se la tosse è di origine cardiopatia o da altre cause come collasso della trachea. Spero di esserle stata di aiuto

      Elimina
  54. Buongiorno, le volevo chiedere se un'alimentazione troppo spinta con dieta iperproteica e iper energetica può causare l'insorgenza (o magari anticipare l'insorgenza) della miocardiopatia dilatativa. La ringrazio in anticipo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, l' alimentazione ideale per un cardiopatico è quella con basso contenuto di sodio, cordiali saluti

      Elimina
  55. La mia cagnolina di 12 anni e' molto malata ha una severa dilatazione atriale sx,prolasso mitralica e endocardiosi valvolare volumi telediastolico e telesistolico aumentati ,ipertrofia eccentrica con sovraccarico volumetrico sx ha pressione alta, sviene parecchie volte e mangia poco. Volevo sapere se la sua cura va bene lasix 25mg 3/4 2 volte al di,enapren 5mg 1/2 2 volte al di, vetmedin 1,25 1cpr 2 volte al di. L'enapren non e' tanta per una cagnolina di soli 4 kg ? Grazie! Cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, il dosaggio dell' enapren è 0,5 mg/kg una volta al di da suddividere mattina e sera, ma in casi gravi la dose si può raddoppiare. Le posso consigliare di far misurare la pressione. Spero di esserle stata di aiuto cordiali saluti

      Elimina
  56. Buonasera, volevo chiederle se un cane di taglia grande con miocardiopatia dilatativa in cura soffre fisicamente. Non presenta sintomi (non ha tosse, non sviene ecc) tranne ascite addominale che quando compare con un aumento di diuretico si riduce. La ringrazio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera, no il cane non soffre se continua a mangiare e a fare la sua normale vita. L' apatia e l' incompetenza sono sintomi di sofferenza.
      Cordiali saluti

      Elimina
  57. l'incompetenza???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. buongiorno, mi scusi volevo scrivere inappetenza.

      Elimina
  58. Gent. dott.ssa,
    buonasera, le chiedo cortesemente un parere sulla cura al mio cavalier affetto da insufficienza mitralica. Attualmente sto somministrando cardisure flavour da 5 mg: mezza pastiglia al mattino e mezza alla sera; cardalis da 2.5 mg sempre divisa a metà mattina e sera e diuren da 20mg tre quarti di pastiglia alla mattina e gli altri tre quarti alla sera.Il cavalier ha dodici anni, pesa dieci kg.
    Da diversi mesi ormai, (sette per la precisione),soffre di una tosse che è andata via via aumentando. Il mio veterinario, dopo alcune radiografie non ha evidenziato acqua nei polmoni per cui gli ha somministrato un antibiotico e del cortisone come cura per una sospetta bronchite. La tosse non è migliorata, anzi..... Cosa ne pensa? Sarebbe possibile alleviare se non curare questa tosse? La ringrazio per la squisita disponibilità che ho potuto apprezzare nelle sue parole ad altri utenti.
    Manuela e Dustin :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera, la terapia che sta facendo per il suo cavalier va benissimo. Se non ci sono stati miglioramenti con la somministrazione di antibiotico e di cortisone, lo sospenderei e le consiglierei di chiedere al cardiologo la somministrazione di un antitussogeno o se l'atrio sinistro è molto dilatato e la pressione è alta provare con la somministrazione dell'amlodipina.
      Spero di esserle stata di aiuto e spero che il suo cagnolino migliori.
      Cordiali saluti

      Elimina
  59. carissimi dottori vorrei sapere se ci sarebbe qualcosa simile al cardisure mg 5 perche questo farmaco costa molto,il mio cane sofffre di insufficienza cardiaca

    RispondiElimina
  60. Buongiorno,
    abbiamo un Cavalier King di 10 anni e 10 kg. fatto ecografia al cuore x soffio e riscontrato ingrossamento parte sx e prolasso valvola mitralica prescritto cardalis + cardisure 5 mg 3/4 pastiglia al mattino e 3/4 la sera...ci chiedevamo se non sia troppa la dose del cardisure rispetto al foglietto illustrativo del medicinale.
    La ringrazio fin d'ora per la risposta.
    Franca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,
      la dose di cardisure è 0,5 mg/kg da dividere in due dosi, max 0,6 mg/kg. mezza compressa mattino e sera basterebbe, ma dipende dal suo veterinario.
      spero di esserle stata di aiuto
      cordiali saluti

      Elimina
    2. Grazie 1000 è quello che temevo. Chiederò chiarimenti.

      Elimina
  61. Gentile dottoressa Ferrari,
    Le scrivo per avere un consiglio: il mio beagle di 12 anni, affetto da lieve insufficenza della valvola mitralica, è in cura da due anni circa, sottoposto a ENACARD 5mg e DIUREN 20 mg (mezza comrpessa al mattino, mezza a sera). Dopo un ecocardio di cotnrollo eseguito ieri, da cui si evince che la situazione non è peggiorata, rimanendo per tanto invariata, il mio veterinario ha suggrito di cambiare la terapia: eliminare il diuretico e sostituire l'ENACARD con il VETMEDIN, in quanto dagli ultimi studi effettuati è avvenuto un cambio di protocollo terapeutico. Premetto che il cane è sempre stato completamente asintomatico, conducendo una vita assolutamente normale. Vorrei un suo consiglio e parere circa questa modifica alle cure, in quanto sono dubbiosa nell'introdurre il VETMEDIN, farmaco che mi risulta altamente tossico.
    Sentiti ringraziamenti e cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi dice che il farmaco è altamente tossico? Il mio cardiologo non ha detto questo

      Elimina
  62. Buonasera, si secondo gli ultimi studi l' introduzione del vetmedin nei cani con insufficienza mitralica ancora asintomatici ridurrebbe la progressione della malattia. Io comunque terrei il diuretico e l' enacard come terapia di base, ma a dosaggi minimi.
    Spero di esserle stata di aiuto
    Cordiali saluti

    RispondiElimina
  63. Buonasera dottoressa,riguardo al mio Nocciolino 14anni e mezzo 12kg, con cura per scompenso valvola mitralica e edema passato terapia diuren 20 fortekor 5 e cardisure 5 al dí.
    Volevo chiederle se é davvero indispensabile somministrare le pillole cardiache almeno un ora prima dei pasti, a volte non riesco negli esatti tempi. Cerco di far passare minumo due ore dai pasti e una prima del successivo. Tutto ciò mi é star detto dal mio veterinario per un perfetto assorbimento. Ma in mia assenza l'aiutino di un bocconcino saporito insieme alle pillole potrebbe aiutare la somministrazione. Anche lei é concorde col suo collega in termini di corretta somministrazione? La ringrazio anticipatamente. Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, si la somministrazione dei farmaci a stomaco vuoto migliora l'assorbimento, ma io consiglio la somministrazione insieme a un piccolo boccone di carne.
      Cordiali saluti

      Elimina
  64. Ho inserito una replica al post del 11 settembre 2015. Non so se sia visibile. Ho un alano con cardiomiopatia dilatativa in terapia con sotalolo. A causa di un peggioramento delle tachiaritmie ventricolari è stata aggiunta mexiletina: dopo 48 ore di somministrazione il cane rifiuta totalmente il cibo ed è cachettico.Vorrei poter capire che prospettive si aprono se il mio cane non tollera questo nuovo farmaco. Ci sono alternative? Se non lo può prendere come peggiorera' la sua malattia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera, sicuramente non tollera il farmaco, ha fatto bene a sospendere. Molti antiaritmici possono non essere ben tollerati. Mi dispiace, ma non lo conosco molto come farmaco, non posso aiutarla.
      Spero che migliori

      Elimina
    2. Buongiorno:ho sentito il cardiologo che mi ha consigliato di ridurre il dosaggio (da 480 mg a 200 mg) e il numero di somministrazioni (da 3 a 2) in concomitanza dei pasti. Dopo 48 ore la situazione è sempre quella:il cane ha smesso di mangiare. Non so che cosa fare. Se gli tolgo il farmaco sembra che non lo voglio curare ma se glielo do lui sta peggio e non mangia. Che fare? Ho capito che il problema sono le tachiaritmie ventricolari: come si risolvono senza mexiletina?

      Elimina
    3. buongiorno, provi ad associare un farmaco che tolga la nausea per vedere se migliora la situazione.
      Se continua contatti il cardiologo per decidere se sospendere il farmaco, e aspettare che il cane riprenda a mangiare.
      Spero che migliori, cordiali saluti

      Elimina
    4. Abbiamo provato con il plasil ma comunque il cane non mangiava. Ho sospeso ogni farmaco e dopo 2 giorni circa il cane ha ripreso piano piano a mangiare. Ora io penso sia assurdo riprovare a rifarlo di nuovo la mexiletina ma il cardiologo dice che non c'è alternativa. Non voglio ridurre la sua speranza di vita ma nemmeno ritrovarlo senza forze perché non si alimenta. Non so cosa fare.

      Elimina
    5. Abbiamo provato con il plasil ma comunque il cane non mangiava. Ho sospeso ogni farmaco e dopo 2 giorni circa il cane ha ripreso piano piano a mangiare. Ora io penso sia assurdo riprovare a rifarlo di nuovo la mexiletina ma il cardiologo dice che non c'è alternativa. Non voglio ridurre la sua speranza di vita ma nemmeno ritrovarlo senza forze perché non si alimenta. Non so cosa fare.

      Elimina
    6. buongiorno, quando il cane riprende del tutto a mangiare, inizierei a introdurre i farmaci, aspettando ancora a introdurre la mexiletina. Quando sta bene, provi in basse a dose a somministrargli il farmaco, se si ripete l'inappetenza, lo sospenderei del tutto.
      Cordiali saluti

      Elimina
  65. Buonasera...ho pubblicato una domanda 1 ora fa ma ora non la vedo più è stata rimossa?

    RispondiElimina
  66. Vabbe ci riprovo forse mi si è cancellata.....vorrei chiedere alla dottoressa se conosce il dottor Masami Uechi e la clinica di Versailles Bozon dove operano i cagnolini malati di insufficienza mitrale( hanno una riuscita nell'80 % dei cani operati )..anche io ho un cane con questa patologia e siccome so che è come un cane che si morde la coda cioè dai la medicina che fa bene al cuore ma gli rovina il fegato e i reni😈😈 vorrei chiederle gentilmente cosa ne pensa ....so del costo enorme dell'operazione...grazie Attendo risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, si è l'unico medico veterinario nel mondo, per ora, che opera sulla mitrale con buonissimi successi.
      provi a contattarlo e chiedergli in che stadio devono essere sottoposti a intervento chirurgico.
      Cordiali saluti

      Elimina
    2. Lo stadio è in C con l'80% di riuscita.....in b con il 90%

      Elimina
    3. buoni risultati

      Elimina
  67. Buonasera la mia adorata cagnolina calier king di 4 anni e 8 mesi in un ecocardiografia fatta a scopo preventivo dato la predisposizione della razza è risultata affetta da un problema alla valvola mitralica riporto la diagnosi:l esame B-mode evidenzia camere cardiache nella norma con rapporto AS/Ao1,3.La valvola mitralica appare iperecogena.L esame M- mode evidenzia VS nella norma per spessori parietali e cinesi.L esame color doppler evidenzia un jet di rigurgito mitralico anteriore lieve .L esame doppler spettrale evidenzia patter diastolico normale.Si evidenzia un jet di rigurgito mitralico ad elevata velocità (5.3 m/s).Flussi transaortici ,transpolmonari e transtricuspidali nella norma.Quadro di valvulopatia mitrale cronica di stadi B1.Non mi è stato dato nessun farmaco dato assenza di sintomi e il controllo tra un anno.Volevo gentilmente chiederle se concorda sull assenza di terapia e se coractiv potrebbe giovare alla mia piccola che è ancora così giovane.Inoltre non ho ben capito l evolversi della patologia e dei tempi .Dovrebbe fare anche un anestesia per la pulizia dei denti secondo lei il rischio è maggiore?E il controllo a distanza di un anno non sarà troppo?La ringrazio fin da ora per l attenzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, si concordo sul non dare terapia perché asintomatica. L'evolversi della patologia è molto individuale, per questo vengono fatti controlli ogni 6/8/ 12 mesi a seconda del caso.
      Può cominciare tranquillamente l'utilizzo di coractiv perle a cicli.
      Può tranquillamente sottoporla ad anestesia.
      Cordiali saluti

      Elimina
    2. Grazie dell attenzione e della tempestiva risposta mi può indicare come alternare i cicli di coractiv e se ci sono ulteriori consigli per questo tipo do casi.Distinti saluti

      Elimina
  68. Buongiorno dottoressa, il mio cane soffre di cardiomiopatia dilatativa di classe C. Al momento è tenuta sotto controllo tramite terapia (pimobendan, furosemide e enalapril) e con controlli ogni 3/4 mesi (ecocardiografia, radiografie ed esami sangue). L'ultimo profilo renale ha evidenziato valori di magnesio un po' bassi (1,3 mg/dl su un range di 1,7-2,2) perciò dovrei cominciare a darle degli integratori. Mi potrebbe suggerire il nome di qualche prodotto valido? Si possono dare anche quelli ad uso umano? Se si, quale è meglio? Inoltre volevo sapere se andranno dati vita natural durante o se andranno fatti dei cicli e poi sospesi in base ai valori nel sangue. La ringrazio fin da ora per l'attenzione. Cordiali saluti. Francesca

    RispondiElimina
  69. Buongiorno dottoressa, il mio cucciolone meticcio di 15anni 12 kg affetto da disfunzione valvola mitrale. In terapia con cardisure 5, diuren 20 e fortekor 5.Reni ok. A parte qualche colpetto di tosse sporadico dopo lunghe dormite sta bene. Problemone che si accavalla alla patologia cardiaca sono i dolori che compaiono di tanto in tanto. Somministro arnica e zell che i veterinari mi hanno rassicurato non interferire con la cura anche per lunghi periodi e negli stadi acuti di dolore il mio veterinario mi prescrive onsior 10. Visto che il momento del risveglio e dell'alzarsi dalla cuccia é il piu tragico mi chiedevo se esistono rimedi naturali, blandi antidolorifici che posso somministrare al mio cane senza interferire con il suo problema. Al momento uso un integratore di colagene II e omega. Il mio veterinario oltre l'arnica non si sbilancia il guaio é che a lungo andare ha sempre meno effetto. Grazie infinite.Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, io associo arnica compositum Heel, Zeel T, 1 compressa tre volte al di. Ci sono anche dei buoni ed efficaci integratori come artikrill perle. S
      Spero di esserle stata di aiuto
      Cordiali saluti

      Elimina
  70. Si grazie dottoressa ma l'abbinamento di arnica comp. e zeel T la somministro già a cicli di dieci giorni in presenza di dolori lievi il guaio é che questa soluzione inizia a non dare più buoni risultati. Mi chiedevo se a un cane con le problematiche del mio posso somministrare anche altri rimedi omeopatici come rhus toxicodendrum che so essere un efficace rimedio contro i dolori a livello umano. Grazie infinite della sua disponibilità. Saluti. Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera, non conosco quel prodotto omeopatico, ma può informarsi e provare. L' integratore artikrill da buoni risultati.
      Cordiali saliti

      Elimina
    2. Buonasera dottoressa, ho usato il rhus toxicodendrum su consiglio di un omeopata e devo dire che funziona fortunatamente e a quanto dicono non ci sono effetti collaterali. Nel mentre ho fatto rifare l'eco cardio e purtroppo il Nocciolino é peggiorato la terapia é stata aumentata con diuren da 20 a 30 , cardisure da 5 a 6,25 mg divisi in due somministrazioni ogni 12h più fortekor 5 al mattino e prilactone 20 la sera. Somministro anche crocchette specifiche h/d . Ora dopo circa un mese di questa terapia stamani alla prima pipi del giorno mi é letteralmente crollato a terra dopo un po di tosse. La veterinaria mi ha detto che probabilmente é una sincope da fibrillazione atriale.il cane si é ripreso e ora apparentemente sta bene. Secondo lei la terapia é azzeccata? Potrei fare di piú.Ho cambiato veterinario ma ho tanti timori.Tutti gli integratori presenti nelle crocchette non é che destabilizzano ulteriormente il suo cuore. Perdoni questa padrona e le sue innumerevoli domande. Grazie per la sua umanità.Stefania

      Elimina
  71. Buonasera, mi dispiace che nocciolino sia peggiorato,e che siano comparse le sincope, la terapia è perfetta come l' alimentazione, faccia controlli eletrografici ECG x verificare se ha la fibrillazione. Se tossiche tanto può provare con il drosera gocce. Cordiali saluti

    RispondiElimina
  72. Purtroppo non prima di giovedì riesco a far'ecocardio.In caso di fibrilazione con c é molto da fare a parte qualche improvvisato massaggio cardiaco dato dalla disperazione ?grazie per la repentina risposta. Buona serata. Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera,
      stia tranquilla giovedi le diranno se deve aggiungere altri farmaci.
      Cordiali saluti

      Elimina

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: