lunedì 5 marzo 2012

Congiuntivite acuta del gattino

Questa patologia si riscontra frequentemente in gattini molto giovani, a seguito di infezioni neonatali da herpesvirus o Chlamidophila, agenti infettivi che provocano malattie congiuntivali prima dell’apertura delle palpebre, che fisiologicamente avviene tra il decimo e il quattordicesimo giorno di vita.

images

L’infezione da parte di questi agenti patogeni comporta la formazione di fibrina che impedisce la normale apertura delle palpebre, che risultano così unite e saldate. Talvolta si possono riscontrare lievi essudazioni crostose a livello del canto mediale dell’occhio: in questi casi l’intera area bulbare appare aumentata di volume e distesa per la presenza di materiale essudativo all’interno dei fornici.

Le palpebre devono essere aperte chirurgicamente, facendo attenzione a non ledere le strutture sottostanti. Se tale intervento è effettuato in animali di età inferiore ai 10-14 giorni di vita,la produzione lacrimale ed il riflesso dell’ammiccamento saranno inadeguati: si raccomanda perciò di applicare una terapia locale a base di tetracicline e lacrime artificiali.

A cura della Dott.ssa Valentina Declame

Se ti è piaciuto l'articolo,
iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGVET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni



Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: