mercoledì 7 agosto 2013

Insufficienza cardiaca del cane e del gatto

insufficienza cardiaca
L'insufficienza cardiaca è una sindrome clinica causata da qualsiasi cardiopatia che provoca un accumulo di fluidi nel polmoni, nello spazio pleurico o nell'addome ( insufficienza congestizia ) e/o una bassa perfusione periferica ( insufficienza a bassa gittata ).

I segni clinici dovuti a cogestione comprendono dispnea, tosse, intolleranza all'esercizio, incapacità di dormire confortevolmente.

I segni clinici dovuti a bassa gittata cardiaca comprendono intolleranza all'esercizio.

Diagnostica:

  • visita clinica: prendere in considerazione i segni clinici di cardiopatia e le loro sequele come soffi cardiaci, tachipnea, tachicardia, suoni polmonari aspri, rantoli, ascite.

  • Le radiografie sono importanti per valutare i polmoni e l'addome per i segni clinici di insufficienza cardiaca

  • l'ecografia aiuta a determinare se i segni clinici siano dovuti o meno a cardiopatia, specialmente quando è difficile stabilire se le alterazioni radiografiche polmonari siano dovute a pneumopatia o cardiopatia. E' necessario diagnosticare una cardiopatia specifica. Utilizzare gli ultrasuoni per valutare i seguenti parametri:

a- insufficienza valvolari.

b- ingrossamento della camera e ispessimento della parete. Ricercare un'ipertrofia eccentrica

( ingrossamento delle camere ) o concentrica ( ispessimento delle pareti del ventricolo ).

c- contrattilità miocardica.

d- direzione del flusso e shunt.

  • L' ECG è lo strumento migliore per diagnosticare le aritmie.

  • Azotemia, creatinina, peso specifico urinario e proteine totali: controllare la funzione renale e lo stato di idratazione all'inizio del corso del trattamento. Il peso specifico urinario non è significativo dopo che si è iniziato a trattare l'animale con un diuretico.

L'obbiettivo immediato è la stabilizzazione dell'animale e la risoluzione dell'insufficienza cardiaca. Una volta che il paziente è stabile, effettuare ulteriori accertamenti diagnostici e instaurare un ciclo di terapia farmacologica di mantenimento. La stabilizzazione favorisce la disidratazione e l'ipotensione ( pericolo di insufficienza renale nelle forme gravi ).

  • somministrare ossigeno attraverso insufflazione o una gabbia se l'animale è instabile a causa di dispnea. Se il paziente necessita di ossigeno, effettuare un' osssigenoterapia prima di eseguire degli esami diagnostici.

  • somministrare i farmaci, l'ideale è iniziare con un farmaco alla volta e valutarne l'effetto. Se non raggiunge gli obbiettivi stabiliti, modificare la dose o aggiungerne un altro. Tuttavia nell'insufficienza cardiaca grave, può essere necessario iniziare con più di un farmaco.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGVET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni



Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: