venerdì 21 febbraio 2014

L’otoscopia nel cane e nel gatto

L’esame otoscopico è una tappa fondamentale dell’iter diagnostico delle otiti.
Questo esame consiste nell’esplorazione del condotto uditivo tramite ausili diagnostici che possono essere di vecchia generazione (otoscopio classico) o di nuova generazione (videoendoscopio).
Indipendentemente dal tipo di strumentazione utilizzata nell’esame otoscopico è estremamente importante che vengano visualizzate ed analizzate tutte le parti anatomiche dell’orecchio, dal condotto uditivo al timpano.

otoscopia cane gatto 1
La video-otoscopia moderna permette l’esecuzione di un esame otologico molto accurato e viene raccomandata in molti casi.
Si consiglia per esempio nei casi di otite recidivante, quando il soggetto si mostra resistente a diversi tentativi terapeutici.
Si consiglia inoltre nei soggetti difficili da contenere dove l’ispezione dell’orecchio non può essere effettuata se non con una sedazione e anche nei casi in cui l’esame classico non permetta la corretta visualizzazione del condotto o del timpano.
L’esame video-endoscopico è fondamentale in presenza di neoformazioni auricolari laddove si volessero eseguire biopsie o asportazione.
L’esame si raccomanda inoltre nella pratica della miringotomia (perforazione del timpano endo guidata) per eseguire dei lavaggi della bolla timpanica qualora vi fossero delle secrezioni anomale all’interno.
Nella maggior parte dei casi i pazienti affetti da otite necessitano di un lavaggio auricolare profondo prima della terapia vera e propria. In questo modo si rende possibile l’asportazione del materiale di secrezione per pulire e rendere visibili il canale auricolare ed il timpano. Questa pratica si esegue facilmente in video-otoscopia in sedazione.

otoscopia cane gatto 2
Ovviamente prima del lavaggio è necessario eseguire prelievi per esame citologico ed eventuale antibiogramma.
E’ inoltre importante scegliere un prodotto di lavaggio adeguato e fornirsi di abbondante fisiologica sterile tiepida per eseguire il risciacquo.
Una volta eliminato il materiale in eccesso è possibile visualizzare con facilità le strutture auricolari.
Riassumendo, l’esame video-otoscopico è un ausilio diagnostico fondamentale nelle indagini auricolari ed è l’unico che permette di esprimere un giudizio medico corretto ed esaustivo.

A cura della dott.ssa Katiuscia Camboni della Clinica Veterinaria Borgarello.

Se vuoi leggere tutti gli articoli sull’argomento clicca qui.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGVET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni



Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: