martedì 16 giugno 2015

Le allergie alimentari nel gatto

Le allergie alimentari nel gatto sono dovute ad una reazione nei confronti di uno o
più alimenti ingeriti.

gatto prurito

I sintomi sono sovrapponibili a quelli della dermatite atopica:
-prurito localizzato soprattutto a testa e collo
-otite
-segni gastro intestinali
-lesioni del complesso del granuloma eosinofilico
-alopecia autoindotta
-dermatiti miliari

prurito gatto

L’unica modalità diagnostica per un’allergia alimentare è rappresentata da una dieta privativa della durata di 6-8 settimane formulata tenendo conto delle esigenze del proprietario e dei gusti del gatto.

Dovrebbero essere utilizzate fonti di proteine con cui il gatto non è mai venuto in contatto e le opzioni possibili sono:
- DIETA CASALINGA risulta spesso troppo laboriosa per il proprietario e inoltre il gatto difficilmente accetta le nuove fonti di carboidrati. Questo tipo di dieta non è completa e quindi non è adatta a essere utilizzata per lunghi periodi.

dieta casalinga gatto
-DIETA IDROLISATA è una dieta commerciale che ha subito un processo di idrolisi che altera la struttura delle proteine. Sono diete abbastanza costose
-DIETA IPOALLERGENICA sono costituite da una singola fonte proteica e una di carboidrati e di conseguenza devono essere scelte sulla base dell’anamnesi

 

dieta idrolisata gatto

La gestione di tutte queste diete potrebbe essere difficoltosa se in casa convivono più gatti o se il gatto ha accesso all’esterno.

Se alla fine della dieta il gatto continua a manifestare prurito e sono state escluse altre cause di prurito si può affermare che l’alimento non è la causa del prurito.

Se invece alla fine della dieta di privazione la sintomatologia dermatologica è migliorata è necessario sottoporre il paziente ad un test di provocazione con la dieta originaria che dovrà portare alla ricomparsa dei sintomi e del prurito.
Questo peggioramento può avvenire in un intervallo di tempo variabile tra 1 e 15 giorni. Successivamente si tornerà alla dieta ad eliminazione e dopo la risoluzione si avrà la conferma di allergia alimentare.
Se si desidera sapere con maggior precisione a cosa il gatto è allergico si dovranno aggiungere gli ingredienti della dieta originaria ad uno ad uno con intervalli di 2 settimane fino a trovare quello responsabile.

Articolo a cura della Dott.ssa Costanzo Francesca

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGVET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni



Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: