martedì 4 giugno 2019

Erlichiosi nel cane e nel gatto



Erlichia Canis è un batterio intra-cellulare trasmesso attraverso le zecche del genere Riphycephalus ai nostri animali.

L’ospite d’elezione è il cane ma può anche venire trasmessa al gatto. La zecca in questione la si può facilmente trovare anche in città e nei canili.

La malattia si manifesta con febbre, pallore delle mucose, abbattimento, calo del peso e soprattutto emorragie orali e oculari.
Può colpire animali di qualsiasi età ed entrambi i sessi con maggiore predisposizione di razza nel Pastore Tedesco.


                            



Solitamente nelle aree endemiche la malattia si manifesta negli animali giovani anche 10-15 giorni dopo il morso di una zecca.

Esistono altre malattie che possono dare sintomi simili all’infezione da Erlichia Canis, come Bartonella e Babesia, per differenziarle si esegue un prelievo di sangue su cui poi viene effettuato un test diagnostico che ricerca il DNA del batterio.

Come prevenirla? Possibilmente non facendo frequentare al cane o al gatto zone ad alto rischio e soprattutto utilizzando tutto l’anno repellenti efficaci contro questi parassiti esterni.

Se il vostro animale è entrato in contatto con una zecca è sempre bene farlo visitare dal veterinario che valuterà se è necessario eseguire esami più approfonditi.

                           





Articolo a cura dello Staff della Clinica Veterinaria Borgarello
Vuoi maggiori informazioni? Clicca e contatta la Clinica Borgarello oppure compila il modulo sottostante. Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con i tuoi amici e/o posta un commento, grazie.  

Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca in TGVET.net

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli