venerdì 1 marzo 2013

Terza età: cura dei denti

La cura dei denti dei nostre amici a quattro zampe è cruciale per la loro salute generale; è importante occuparsene fin dai primi anni di vita e diventa fondamentale quando il nostro cane o gatto comincia a diventare anziano.

download

I problemi più comuni riguardano la formazione e l'accumulo di placca e tartaro. La saliva, le proteine, i batteri e le particelle di cibo si combinano e formano la placca. Questa tende ad aumentare se viene lasciata sui denti. I minerali contenuti nella saliva trasformano poi la placca in tartaro, un deposito duro e giallastro che si accumula attorno alle gengive. Il tartaro può irritare le gengive ed essere causa di gengiviti e stomatiti, che sono solo l'inizio del disturbo parodontale. Fenomeno che può facilmente sfociare in una vera e propria malattia del parodonto. Come dicevamo precedentemente questo disturbo può diventare una questione molto seria quando i nostri amici invecchiano. I batteri e le tossine aggrediscono il dente, l'osso, la gengiva e il tessuto connettivo attorno al dente, causando anche infezioni molto serie e in alcuni casi persino la caduta del dente.

Inoltre i batteri che causano l'infezione, se entrano in circolazione, possono anche diffondersi nei polmoni, nel fegato, nei reni e nel cuore, causando serie patologie sistemiche che possono compromettere irrimediabilmente la salute del nostro cane o gatto.

Non meno importante da segnalare è il fatto che le patologie del cavo orale e dei denti, sono molto dolorose; ciò provoca inevitabilmente una riluttanza all'alimentarsi e uno stato di malessere generale, che può manifestarsi con depressione, apatia e in alcuni casi aggressività.

I segni di un eventuale problema alla bocca possono essere individuati dal veterinario durante le visite generiche che vengono effettuate in occasione della vaccinazione annuale o durante i normali controlli di check up. Una prima ispezione può però essere effettuata dal proprietario, ecco alcune cose che vanno tenute d'occhio:

  • Depositi gialli e marroni sulle gengive

  • Difficoltà nel mangiare

  • Gengive gonfie e sanguinanti

  • Alito cattivo. I cani e i gatti possono avere un alito cattivo per varie ragioni, perciò non bisogna pensare che l'alito cattivo sia un sintomo trascurabile.

Per prendersi cura dei denti dei nostri amici è necessario mantenere una buona dieta e spazzolarli regolarmente. Usare lo spazzolino è più facile se si abitua il cane o il gatto quando è ancora un cucciolo, ma, soprattutto il cane, tende ad abituarsi al trattamento a qualunque età.

Non bisogna usare alcuna pasta dentifricia formulata per gli esseri umani, gli animali non amano la schiuma e può disturbare il loro stomaco. Esistono dentifrici pensati specificamente per loro. Sono più sicuri e il gusto che hanno piacerà molto di più al cane.

A seconda delle dimensioni dei denti e della bocca del cane potresti riuscire ad usare uno spazzolino normale. Vi sono comunque degli spazzolini speciali che sono più adatti alle tue dita e rendono l'operazione molto più semplice.

Si dovrebbero spazzolare i denti almeno una volta alla settimana, certo farlo tutti i giorni sarebbe l'ideale.

Come alternativa allo spazzolamento vi sono dei cibi, in formulazione secca, per cani e gatti, specificamente ideati per ridurre il tartaro e per evitare l'insorgere di malattie periodontali. O esistono degli snack definiti, pulisci denti, che sono un'alternativa divertente per agevolare l'eliminazione di placca e di residui di cibo.

Se però si è di fronte a una situazione ormai cronica, lo spazzolamento o l'alimentazione adatta possono non essere più sufficienti e diventa quindi fondamentale programmare una visita specialistica, nella quale vengono individuati i vari problemi dentali. Sarà in quel caso necessario effettuare una detartrasi in anestesia generale e in quella sede valutare la possibilità di estrazioni o cure dentali.

Mantenere i denti dei nostri animali in buone condizioni è fondamentale per la sua salute generale e per garantire loro una situazione di benessere soprattutto con il passare degli anni.

 

Continua a seguirci o se hai necessità di maggiori informazioni contattaci
sul sito www.clinicaborgarello.it
o per telefono alla 011-6471100



Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: