martedì 28 giugno 2016

Contrattura del Muscolo Gracile e Semitendinoso

La contrattura del complesso muscolare del gracile e del semitendinoso nel cane causa una zoppia al posteriore estremamente invalidante. Il cane cammina a passo d'oca o come dicono gli anglosassoni "golose stepping".
La contrattura provoca l'incapacità di estendere l'articolazione del ginocchio e del garretto in modo completo, osservando il cane sembra che cammini da seduto.
La zoppicatura è patognomonica : durante la fase di avanzamento dell'arto si nota un improvviso movimento di iperflessione con extrarotazione del garretto e intrarotazione del piede. Se la contrattura del complesso gracile-semitendinoso è bilaterale la sintomatologia sarà maggiormente evidente.
La diagnosi per chi ha già avuto modo di osservare la patologia è semplice, l'andatura è caratteristica e alla palpazione della parte posteriore della coscia si può apprezzare una tumefazione del ventre muscolare e un inspessimento della parte tendina collegata alla tibia.
Nei casi cronici si potrebbe rilevare allo studio radiografico la presenza di aree radiopache segno di metaplasia ossea o di calcificazioni isolate del tessuto muscolare.
La causa deve essere ricercata tra le ipotesi di un danno miogeno o neurogeno ai ventri muscolari, la più avvalorata sembra essere la natura miogena conseguente a lesioni traumatiche, iatrogene ed infiammatorie.
Qualunque sia lo stimolo iniziale si viene ad instaurare una necrosi delle fibre muscolari seguita da cicatrizzazione fibro-sclerotica e conseguente contrattura.
La contrattura del complesso muscolare del gracile e del semitendinoso nel cane è tipica del Pastore Tedesco, tendenzialmente maschio con un età compresa tra i due e gli undici anni. Si può anche riscontrare nel boxer, dobermann, san bernardo e pastore belga.

La terapia è essenzialmente di tipo chirurgico con un realese dell'attaccatura tendinea a livello della tibia, il risultato non è sempre soddisfacente perché nel medio periodo tende a riformarsi una bandella fibrotica.
Ultimamente abbiamo modificato la procedura chirurgica al fine di limitare il riformarsi della bandella fibrotica, l'utilizzo di fisioterapia e laserterapia post chirurgiche possono portare un beneficio.


Vuoi maggiori informazioni? Clicca e contatta la Clinica Borgarello oppure compila il modulo sottostante. Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con i tuoi amici e/o posta un commento, grazie.





Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli



Inserisci il nostro link nel tuo sito: