giovedì 4 luglio 2019

La criochirurgia

La criochirurgia è un tipo di chirurgia basato sull’impiego di temperature molto basse per distruggere tessuti anomali o patologici. Essa utilizza il congelamento controllato per provocare la necrosi tissutale. 

In medicina veterinaria si utilizza principalmente per lesioni superficiali ma può essere usata anche per trattare alcune neoplasie o lesioni interne.



Ci sono diversi fattori che influenzano l’efficacia della terapia:
-temperatura del gas impiegato
-tipo di tessuto e suo contenuto idrico
-vascolarizzazione del tessuto
-velocità di congelamento e scongelamento (l’ideale sarebbe un rapido congelamento e uno scongelamento lento)
-numero di cicli di congelamento-scongelamento

La morte delle cellule per congelamento è dovuta alla formazione di ghiaccia dentro e fuori dalle cellule con conseguente rottura delle membrane citoplasmatiche o fenomeno di disidratazione (se i cristalli sono piccoli e non membrana cellulare non si disintegra.

I vantaggi della criochirurgia sono:
-tecnica rapida e semplice che non necessita della sedazione
-trattamento di lesioni in zone difficili da suturare e ricostruire come gli arti
-buon controllo dell’emorragia
-scarsa percentuale di infezioni post trattamento

La criochirurgia può essere applicata attraverso diversi agenti:
-azoto liquido che viene applicato sulla lesione sotto forma di aerosol utilizzando un apposito applicatore
-protossido di azoto applicato tramite apposite “penne” (Cryopen)



-dimetiletere e propano contenuti in appositi recipienti e applicati attraverso cotton fioc

Con il dispositivo Cryopen da noi utilizzato la durata del trattamento dipende dall’estensione e dalla profondità della lesione e il protocollo verrà stabilito in base all’esperienza del veterinario che esegue il trattamento.

Le lesioni che possono essere trattate con questa tecnica sono:
-      epulidi
-      papillomi
-      porretti e cisti
-      ciglia ectopiche
-      adenomi palpebrali
-      distichia
-      adenoma sebaceo
-      fistole perianali
-      cheratosi attinica
   
    Questa tecnica è invece controindicata in caso di mastocitomi.
  Se Vuoi sapere se il problema del tuo animale può essere trattato con la crioterapia contattaci.


Articolo a cura dello Staff della Clinica Veterinaria BorgarelloVuoi maggiori informazioni? Clicca e contatta la Clinica Borgarello oppure compila il modulo sottostante. Se ti è piaciuto l'articolo condividilo con i tuoi amici e/o posta un commento, grazie.  



Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca in TGVET.net

Ultimi 10 articoli pubblicati

Gli autori degli articoli